«Niente legionella nel b&b», il sindaco di Sant'Agnello revoca l'ordinanza di chiusura

Mercoledì 21 Febbraio 2018 di Ciriaco M. Viggiano
«Niente legionella nel b&b», il sindaco di Sant'Agnello revoca l'ordinanza di chiusura

SANT'AGNELLO - La Domus San Vincenzo Pallotti, chiusa dal Comune il 22 dicembre scorso a causa della presenza di Legionella pneumophila in alcuni campioni d'acqua, può riaprire. A stabilirlo è il sindaco Piergiorgio Sagristani sulla base di quanto recentemente comunicato dall'Agenzia regionale per la protezione ambientale (Arpac) e dall'Asl Napoli 3 Sud: dopo la bonifica disposta dalle suore dell'apostolato cattolico, proprietarie del bed and breakfast con vista su Marina di Cassano, il batterio è scomparso e la struttura può nuovamente ospitare i turisti.

La Domus San Vincenzo Pallotti era stata chiusa dopo che un ospite olandese aveva dichiarato, al ritorno dalle vacanze in Italia, di aver contratto la legionellosi. I test successivamente effettuati dall'Arpac avevano riscontrato, in sei degli otto campioni di acqua prelevati nella struttura ricettiva santanellese, una «concentrazione elevatissima» di Legionella pneumophila.

La circostanza aveva poi spinto l'Asl a sollecitare l'intervento del sindaco che, a quel punto, non aveva potuto fare a meno di imporre lo stop all'attività ricettiva esercitata nella Domus. Dopo l'intervento di bonifica, però, la situazione è cambiata. E le analisi microbiologiche eseguite dagli esperti hanno certificato l'assenza di batteri nel bed and breakfast gestito dalle suore dell'apostolato cattolico. Così il sindaco ha potuto revocare l'ordinanza di chiusura firmata il 22 dicembre scorso.




 

© RIPRODUZIONE RISERVATA