Cantante neomelodico minaccia consigliere napoletano su Facebook: «Io le pistole ce l'ho d'oro»

5
  • 1666
«Borrelli io sono mafioso, io le pistole ce l'ho d'oro»: un video di neanche 40 minuti in cui il consigliere dei verdi della Regione Campania Francesco Emilio Borrelli viene minacciato da un cantante neomelodico su facebook. Le minacce arrivano dopo la puntata del  5 giugno di Realiti, programma di Rai2 condotto da Enrico Lucci, dedicata ai cantanti neomelodici e ai testi delle loro canzoni che spesso raccontano e elogiano azioni criminali. Ospite del programma era proprio il consigliere Borrelli, che ha condannato con forza la condotta di questi cantanti.

Nozze trash, arrestato il figlio di Tina Rispoli: ha staccato l'orecchio a morsi al rivale in amore


«Dopo la puntata di Realiti su Rai 2 in cui ho denunciato con durezza il fenomeno dei neomelodici che inneggiano alla criminalità organizzata uno dei cantanti che è intervenuto durante la trasmissione ha postato un video di minaccia nei miei confronti, brandendo una pistola dorata e scandendo più volte il mio nome - scrive Borrelli, pubblicando il video sulla sua pagina Fb - L’autore dell’intimidazione, Nico Pandetta, è un neomelodico catanese, ex detenuto che ha trascorso quasi 10 anni nelle patrie galere, che non si vergogna dei reati che ha commesso in passato e che anzi omaggia in alcune canzoni uno zio che è recluso in carcere al 41 bis. Questo video conferma, casomai ce ne fosse bisogno, che questi soggetti non raccontano uno spaccato sociale ma sono organici sia nei metodi che nei trascorsi alla criminalità organizzata». «L’intimidazione di Pandetta – prosegue Borrelli – non mi fa paura, anzi mi stimola a proseguire con maggiore forza nella denuncia di un fenomeno vergognoso come quello dei neomelodici che inneggiano alla delinquenza”.


 
Venerdì 7 Giugno 2019, 20:27 - Ultimo aggiornamento: 13 Giugno, 11:54
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 5 commenti presenti
2019-06-08 10:43:46
AVANTI BORRELLI.
2019-06-08 06:16:52
Io ce l'ho profumato (cit. pubblicità anni '80)
2019-06-07 23:51:47
Penso che l'arma che impugna e una bomboniera di ceramica, mi dispiace per Francesco che viene continuamente aggredito verbalmente e fisicamente da persone che non hanno nulla da perdere se non che guadagnare un processo, spero che dopo tanti documentari la Procura decide di fare scortare lo stesso consigliere Borrelli, stiamo in un paese che chi pagano sono sempre le brave persone.
2019-06-07 22:17:16
ma questo delinquente non si vergogna. che squallore. mettiamolo dentro e buttiamo la chiave. canta pure na chiavica.
2019-06-07 21:39:40
Come fare per sostenere il cons. Borrelli in tanti e tantissimi esempi di denuncia alla delinquenza napoletana? IL MATTINO potrebbe farsi promotore senza timore di assumere "colore" politico…. FORZA CHE C'E' BISOGNO DI PERSONE PUBBLICHE CORAGGIOSE COME BORRELLI

QUICKMAP