Natale sicuro, maxi blitz dei carabinieri a Napoli: 47 arresti

Venerdì 27 Dicembre 2019
Natale sicuro, maxi blitz dei carabinieri a Napoli: 47 arresti

Durante la settima delle festività natalizie, i carabinieri del comando provinciale di Napoli hanno incrementato ulteriormente l’impegno nella prevenzione e repressione dei reati, controllando complessivamente oltre 1.000 persone, arrestandone 47 e denunciandone a piede libero altre 11. 

Gli obiettivi sono stati la vicinanza alla popolazione e il controllo del territorio e delle persone sospette. Grande attenzione è stata rivolta alla prevenzione dei furti in appartamento e negli esercizi commerciali e alla prevenzione degli scippi.

LEGGI ANCHE Marito e moglie accoltellati, fermato l'aggressore

Proprio ieri sera nei pressi di piazza del Gesù, una pattuglia appiedata della stazione Napoli San Giuseppe ha sorpreso, in via Benedetto Croce, un tunisino 34enne mentre, tra la folla, tentava di asportare un telefonino dalla borsa di una signora, riuscendo a bloccarlo dopo che lo stesso aveva posto in essere una strenua resistenza. Sottoposto a perquisizione personale, l'uomo è stato trovato in possesso di quattro smartphone provento di furti appena commessi, di cui due già restituiti ai legittimi proprietari (entrambi turisti). I due militari hanno riportato 7 e 10 giorni per traumi contusivi vari e per trauma facciale. L'uomo è stato tratto in arresto per resistenza e violenza ad un pubblico ufficiale, nonché furto aggravato continuato e ricettazione.

In questo periodo sono state aumentate le pattuglie e ne sono state disposte diverse anche a piedi, alcune specificatamente nei luoghi di aggregazione delle comunità locali e nelle parrocchie. Il loro scopo è avvicinare ed essere a disposizione delle fasce di popolazione maggiormente a rischio durante le festività, giovani e anziani: gli uni esposti ai danni provocati dall’abuso di alcol e droghe e dall’uso incauto dei fuochi d’artificio, gli altri a rischio di essere più soli e quindi possibili vittime di truffe da parte di chi li abbindola con storie false e scuce loro i risparmi.

LEGGI ANCHE Latitante napoletano catturato a Castel Volturno

Durante i servizi sono stati anche controllati molti soggetti sottoposti agli arresti domiciliari per verificare se rispettassero l’obbligo di stare in casa. È il caso di Vittorio Madonna, 35enne di Scampia, arrestato il giorno della vigilia dai carabinieri del nucleo radiomobile di Napoli, nonostante fosse ai domiciliari; infatti, è uscito di casa per incontrare alcune persone. I militari lo hanno riconosciuto; Madonna ha iniziato a correre sperando di farla franca ma è stato inseguito, bloccato e arrestato.

Sempre a Scampia e anche a Secondigliano i militari hanno denunciato per guida senza patente un 19enne e contestato violazioni al codice della strada per più di 36mila euro. Sono stati sottoposti a fermo due scooter e sequestrati due auto e due motorini di cui uno è stato confiscato al proprietario.

Nel quartiere Poggioreale i militari hanno denunciato un parcheggiatore abusivo e un 53enne di Casalnuovo con il divieto di dimora a Napoli ma sorpreso su via Stadera, in auto con un altro pregiudicato. Per le strade del quartiere i carabinieri hanno inoltre sorpreso due 20enni e un 19enne a guidare senza aver mai conseguito la patente; erano stati già fermati un’altra volta negli ultimi due anni e perciò sono stati denunciati.

LEGGI ANCHE Spesa di Natale senza pagare, arrestato

Nella zona di Porta Nolana sono state elevate sanzioni per oltre duemila euro a conducenti sorpresi a guidare senza patente, senza casco o senza documenti al seguito, oppure alla guida di veicoli non revisionati o non assicurati. Sono state inoltre ritirate patenti e sequestrati due scooter.

Al Rione Traiano una pattuglia ha notato e arrestato un 20enne incensurato trovato a nascondere in casa 51 grammi di cocaina e 350 euro molto probabilmente di provenienza illecita. 

Questa notte, infine, a Barra i carabinieri hanno arrestato per furto aggravato un 40enne già noto alle forze dell’ordine, Pasquale Esposito, bloccato dopo aver rubato l’incasso di un negozio di carni in cui aveva forzato la serranda per impossessarsi di 369 euro. I militari sono intervenuti grazie a una segnalazione al 112 e lo hanno trovato nascosto nel bagno. La refurtiva è stata restituita al titolare. 

Ultimo aggiornamento: 15:23 © RIPRODUZIONE RISERVATA