Napoli Est, bonificata l'area in via Brin: assistenza per due senzatetto

Lunedì 12 Ottobre 2020 di Alessandro Bottone

É iniziata la bonifica dell'accampamento in via Benedetto Brin, nella zona orientale di Napoli, dove due senza fissa dimora vivevano accerchiati da rifiuti di ogni genere e in condizioni igienico-sanitarie pietose.

Le due persone dimoravano da moltissimo tempo nello spazio a ridosso della stazione ferroviaria di Gianturco oggetto di sversamenti continui di rifiuti da parte di incivili e delinquenti. Proprio tra ingombranti e rifiuti speciali i clochard avevano messo in piedi una catapecchia per sopravvivere e ripararsi dalle intemperie. La donna, di origine straniera, nei giorni scorsi è stata ricoverata in ospedale per precarie condizioni di salute, sofferente per la dipendenza da alcool e per la sieropositività all'HIV. L'uomo, un italiano, è stato accolto in una struttura comunale dove ha avuto accesso a un percorso di reinserimento sociale. Una situazione particolarmente delicata da un punto di vista umano e sociale e che ha visto in campo gli assistenti sociali del Comune di Napoli della «task force» dell'assessorato alle politiche sociali guidato da Monica Buonanno. Il consigliere comunale Francesco Vernetti sottolinea la complessità dell'operazione data la necessità di “convincere” le due persone ad accedere alle cure e all'assistenza.

L'azienda municipalizzata Asìa Napoli, con una ruspa, si è occupata dello smantellamento della catapecchia e si farà carico del prelievo e dello smaltimento di tutti i rifiuti. La Napoli Servizi, invece, procederà alla sanificazione dello spazio, solo in parte comunale e in buona parte di competenza delle ferrovie. É quanto previsto dal tavolo «Decoro» del Comune di Napoli. Alla polizia locale sarà affidato il compito di controllo dell'area per evitare ulteriori sversamenti di rifiuti.

Giovanni Russo del comitato civico Gianturco esprime soddisfazione per l'operazione di pulizia in via Brin avvenuta dopo numerose segnalazioni e chiede di installare una recinzione per evitare il ripetersi di uno scenario già visto e che mette in ginocchio diverse aree dei quartieri di Napoli Est. L’attivista ringrazia il consigliere comunale Francesco Vernetti e i municipali Simona Riso e Carmine Stabile (gruppo Dema della IV municipalità) per l'impegno verso tale circostanza. Russo sottolinea la necessità di intervenire per la risoluzione di altri problemi così da migliorare la vivibilità della zona: in via Carlo di Tocco per i rifiuti non correttamente smaltiti dai commercianti e in via Molise per una illuminazione pubblica più efficace così da creare un deterrente contro il fenomeno di prostituzione.

Ultimo aggiornamento: 13:30 © RIPRODUZIONE RISERVATA