Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Minacce alla sindacalista Fiom, Ricci: «Insieme per il sostegno a Rosita Galdiero»

Giovedì 16 Giugno 2022
Minacce alla sindacalista Fiom, Ricci: «Insieme per il sostegno a Rosita Galdiero»

«La nostra presenza oggi a Benevento al fianco di Rosita è per riaffermare, innanzitutto, i valori della legalità. Le minacce che ha ricevuto sono molto gravi perché non colpiscono solo lei ma tutta la nostra organizzazione che è impegnata ogni giorno a combattere i fenomeni e le pratiche illegali nel mondo del lavoro». Così il segretario generale Cgil Napoli e Campania, Nicola Ricci, che oggi ha partecipato al presidio a sostegno di Rosita Galdiero, coordinatrice Aerospazio della Fiom-Cgil Nazionale, destinataria due giorni fa di una lettera contenente un proiettile recapitata nella sede nazionale del sindacato. Una minaccia indirizzata alla sindacalista sannita che, durante il suo mandato alla guida della Cgil Benevento, aveva denunciato il sistema di appalti e subappalti nel sistema di accoglienza dei rifugiati nel Sannio. Questa mattina è stata ascoltata dai magistrati nell'ambito del maxi processo. 

Video

«Essere qui oggi al Tribunale di Benevento nel giorno in cui Rosita Galdiero ha testimoniato nel corso del maxi processo sul sistema dell'accoglienza dei rifugiati nel Sannio - ha detto Ricci - non è solo un esercizio di solidarietà ma per ribadire che la Cgil non lascia da sola una dirigente di questa organizzazione che, quando era alla guida della Camera del Lavoro di Benevento ha avuto il coraggio di denunciare un sistema deviato nella gestione dell'accoglienza. Un sistema ancora borderline che ha bisogno di leggi chiare. Noi - ha concluso il segretario generale Cgil Napoli e Campania - ci battiamo da tempo per chiedere che questo avvenga e se ci sarà bisogno siamo pronti a mettere in campo ogni iniziativa utile anche più forte di quella messa in campo oggi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA