Rider picchiato e rapinato a Napoli, la mamma del baby calciatore arrestato: «Mi vergogno di mio figlio, vorrei abbracciare Gianni»

Mercoledì 6 Gennaio 2021 di Leandro Del Gaudio
Rider picchiato e rapinato a Napoli, la mamma del baby calciatore arrestato: «Mi vergogno di mio figlio, vorrei abbracciare Gianni»

Ha davanti a sé le foto scattate su un campetto di periferia, il computer usato per la dad - al secondo anno del migliore istituto tecnico di tutta la zona, dice con orgoglio -, poi pensa al provino fissato con Isernia calcio, che avrebbe potuto consentire al figlio di crescere in una società diversa e di coltivare il sogno di sbocciare come atleta in un campo di calcio. Ore infernali in famiglia. C'è una donna che ripensa a quel video e...

Il testo completo di questo contenuto a pagamento è disponibile agli utenti abbonati
Ultimo aggiornamento: 13:48 © RIPRODUZIONE RISERVATA