Viale Gramsci, auto portate via per rifare l’asfalto: danni alla strada e ai mezzi

Mercoledì 26 Giugno 2019 di Gennaro Morra
A sinistra l'auto trascinata dal carro attrezzi, a destra le strisce di gomma lasciate sull'asfalto appena rifatto
Viale Gramsci è da tempo interessato da lavori di rifacimento dell’asfalto anche in vista della XXX Universiade, che si terrà a Napoli dal 3 al 14 luglio. Per questo erano stati installati appositi cartelli stradali, che avvisavano gli automobilisti di non parcheggiare i veicoli ai bordi di quella strada. Un divieto che è stato ignorato da alcune persone, tanto che i responsabili dei lavori sono stati costretti a chiedere l’intervento della Polizia Municipale per far rimuovere le auto in sosta vietata.

In questi casi la prassi vorrebbe che un carro attrezzi caricasse l’auto in infrazione per condurla in un deposito custodito, dove il proprietario andrebbe a recuperarla dopo aver pagato la dovuta sanzione e la cauzione per i giorni in cui la macchina è rimasta nel deposito. Ma in questo caso, probabilmente per l’esiguità dei mezzi a disposizione e accelerare le operazioni di sgombro, considerato che i veicoli che ostacolavano i lavori erano diversi, si è pensato di trascinare le auto dall’altra parte della carreggiata, quella dove l’asfalto era già stato rifatto.
 
Come documenta il video girato da un residente della zona, e pubblicato su Facebook dal consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, la manovra causa danni al veicolo spostato e al manto stradale appena sistemato. Infatti, nella clip si vede una Mercedes agganciata sollevando le ruote anteriori, mentre quelle posteriori, evidentemente frenate, vengono trascinate e lasciano a terra due marcate strisce nere dovute alla gomma rilasciata dalgli pnumatici posteriori. Una scena che farebbe anche ridere se fosse estratta da un film comico, invece testimonia plasticamente come in questa città, per ovviare alla carenza di mezzi, si lavori con sciatteria e pressappochismo. Almeno questo è il parere dei tanti utenti che hanno commentato e condiviso la clip. Ultimo aggiornamento: 19:55 © RIPRODUZIONE RISERVATA