Caro prezzi, la commissione regionale ha approvato la risoluzione Saiello

Mercoledì 23 Marzo 2022
Caro prezzi, la commissione regionale ha approvato la risoluzione Saiello

La commissione regionale speciale innovazione e sostenibilità per la competitività e il rilancio delle imprese, presieduta da Gennaro Saiello, ha approvato all'unanimità la risoluzione di indirizzo sulla problematica dell'aumento dei prezzi dovuto al rincaro del gas, dell'energia elettrica ed a seguito dell'emergenza epidemiologica Covid-19, sulla ricaduta sull'innovazione e per il rilancio delle imprese e sui consumatori finali, nonché per il monitoraggio e contrasto ai fenomeni di distorsione del mercato. Ai lavori ha partecipato l'Assessore regionale al Lavoro e Attività produttive, Antonio Marchiello.

«A seguito delle audizioni con le associazioni di categoria di consumatori ed imprese, che hanno lanciato ripetutamente grida di allarme rispetto all'escalation dei costi in campo energetico e del conseguente aumento dei prezzi dei prodotti e servizi al consumo, abbiamo definito, insieme con tutte le forze politiche, questa risoluzione che si rivolge innanzitutto al Governo centrale, che ne ha competenza, ed indica linee di azione anche del governo regionale per far fronte alla crisi di famiglie ed imprese», ha detto Saiello, che ha annunciato la presentazione della risoluzione in Consiglio regionale.

Video

Sul tema è intervenuto il consigliere Andrea Volpe: «il lavoro svolto dalla Commissione di ascolto delle categorie colpite da questa problematica è molto importante - ha evidenziato il Questore alle finanze del Consiglio regionale - anche tenuto conto che essa parte da lontano, dal periodo antecedente alla guerra in Ucraina, ed evidenzia la necessità di un intervento urgente da parte del Governo centrale e regionale a salvaguardia del potere di acquisto delle famiglie e della vitalità delle imprese».

«Condivido la Risoluzione - ha detto Marchiello - stiamo lavorando anche sull'Osservatorio dei prezzi per integrarlo nei contenuti e nei componenti per avanzare proposte intelligenti ed efficaci contro il caro prezzi da sottoporre alla Conferenza delle Regioni e, quindi, al Governo». La Risoluzione impegna la Giunta regionale a predisporre un Tavolo tecnico permanente con tutte le rappresentanze dei consumatori e delle imprese, unitamente a prefettura e guardia di finanza, per monitorare l'andamento dei prezzi e valutare eventuali interventi anche attraverso solleciti, istanze e proposte al Governo centrale; creare gli strumenti per sostenere gli investimenti delle imprese al fine di agevolare la riconversione degli impianti energetici nelle aziende e di consentire l'autoproduzione di energia elettrica; favorire check up energetici gratuiti per le piccole e medie imprese e per le microimprese con appositi bandi mirati a consentire il miglior risparmio energetico.

Predisporre significativi interventi pubblici per il contenimento dei prezzi dei fattori produttivi attraverso agevolazioni fiscali finanziamenti e contributi agevolati a sostegno degli investimenti necessari per l'efficientamento delle imprese e la riduzione dei costi; studiare strumenti per offrire condizioni agevolate alle aziende in difficoltà per il pagamento delle bollette anche prevedendo la stipula di una convenzione con Associazione banche italiane (Abi) della Campania; prevedere possibili sostegni economici concreti per accompagnare le imprese e per incentivare l'utilizzo di energie alternative; prevedere possibili bonus economici sociali alle famiglie in situazione di disagio; attingere a tutti i fondi a disposizione della Regione ed, in particolar modo, ai fondi strutturali europei assegnati per far fronte alle esigenze di consumatori ed imprese.

© RIPRODUZIONE RISERVATA