Recovery plan, Napoli candida Villa Comunale, Virgiliano e Mausoleo di Posillipo al restauro

Martedì 8 Febbraio 2022
parco virgiliano

Il Comune di Napoli candiderà la Villa Comunale, il Parco Virgiliano e il Mausoleo di Posillipo al bando del ministero della cultura, nell'ambito del Pnrr, per il restauro di parchi e giardini storici. La circostanza è emersa nel corso della riunione della commissione salute e verde del consiglio comunale di Napoli, presieduta da Fiorella Saggese del M5s, alla quale ha partecipato l'assessore con delega al verde, Vincenzo Santagada, e la dirigente del servizio verde della città Teresa Bastia

Santagada ha ricordato che «il bando destinava 300 milioni di euro per la riqualificazione dei parchi storici, 100 milioni dei quali sono stati già stanziati e destinati a 5 parchi di elevata rilevanza. Di questi, tre sono nella nostra regione: la Reggia di Caserta, Capodimonte e Villa La Favorita. Dei 200 milioni restanti, 10 sono stati stralciati per la formazione dei giardinieri d'arte, fondamentali per la riqualificazione dei parchi storici. Rimangono 190 milioni, dei quali il 20% deve andare alle regioni del Sud. Ogni ente può partecipare al massimo con tre progetti e noi abbiamo candidato la Villa Comunale, il Parco Virgiliano e il Mausoleo di Posillipo».

Video

Il cronoprogramma, ha aggiunto Santagada, prevede «la presentazione dei progetti entro il 15 marzo, poi entro il 30 giugno saranno valutati i progetti e sarà stilata la graduatoria dei parchi che saranno finanziati. Il punteggio terrà conto del fatto se si tratta di progetti di fattibilità, esecutivi o definitivi, perché i progetti che prevedono il completamento dei lavori entro il 31 gennaio 2024 otterranno un maggior punteggio. Noi ci stiamo muovendo in questa direzione e questo ci darà un grosso vantaggio». 

Ultimo aggiornamento: 9 Febbraio, 08:11 © RIPRODUZIONE RISERVATA