«A Betlemme nascette nu Ninno», a Scampia brani e racconti poetici sul Natale

Un concerto composto di brani e racconti poetici sul Natale tratti dalla tradizione napoletana

«A Betlemme nascette nu Ninno», il concerto natalizio a Scampia
«A Betlemme nascette nu Ninno», il concerto natalizio a Scampia
Giovedì 17 Novembre 2022, 13:21
3 Minuti di Lettura

Sabato 19 novembre alle ore 19 nell’auditorium dell’istituto “Giovanni XXIII” di Scampia, grazie alla partecipazione della dirigente Maria Vorzillo, si terrà il concerto «A Betlemme nascette nu Ninno» scritto e diretto dal maestro Luigi Ottaiano, per la rassegna «Scampia - Il progresso attraverso la Cultura», organizzata da Ancem - Associazione Napoli Capitale Europea della Musica diretta da Filippo Zigante, grazie al sostegno del Comune di Napoli, e al patrocinio morale dell’assessorato Politiche Giovanili del Comune di Napoli e della Ottava Municipalità, e al coordinamento scuole e territorio di Sabrina Innocenti.

«A Betlemme nascette nu Ninno» è un concerto composto di brani e racconti poetici sul Natale, tratti dalla tradizione napoletana, e prevede l’impiego di professionisti e studiosi della canzone classica napoletana. Sul palco «La Bottega dei Quattro» con le voci di Maria Carmela Tufanisco e Vincenzo Correale, il flauto di Luigi Ottaiano, il mandolino di Eduardo Robbio e la chitarra di Lorenzo Marino. Tra i brani che verranno eseguiti anche «O ciaramellaro a Napule» di Raffaele Viviani, «La Canzone di Razzullo» di Roberto De Simone, e «O zampugnaro nnammurato» di Armando Gill, oltre a numerose composizioni originali di Luigi Ottaiano. La rassegna «Scampia - Il progresso attraverso la Cultura» proseguirà il concerto del duo Marcella Parziale - Giuseppina Coni in “Salotto primo ‘900” (sabato 26 novembre), il balletto «Carmen», l’esibizione del duo composto dal violino di Linda Hedlund ed il pianoforte di Francesco Nicolosi , e i concerti dell’Orchestra Sinfonica di Kharkov per l’evento «Scampia incontra l’Ucraina» e dell’Orchestra Junior Verticale composta dei giovani dell’ottava Municipalità.

© RIPRODUZIONE RISERVATA