Torna Giochi senza barriere,
festa dei bimbi disabili alla Mostra

Antonio Noccetti e Mario Porfito in un video che pubblicizza Giochi senza barriere
di Gennaro Morra

Torna domani alla Mostra d’Oltremare di Napoli “Giochi senza barriere”, l’evento dedicato ai bimbi disabili ma aperto a chiunque voglia giocare e fare festa con loro. Ideato 15 anni fa dall’associazione Tutti a scuola Onlus, che da decenni si occupa di difendere i diritti di bambini e ragazzi diversamente abili, quest’anno gli organizzatori prevedono di superare le 20mila presenze nel complesso fieristico di Fuorigrotta. Si parte domattina alle 10, quando centinaia di volontari saranno pronti ad accogliere i visitatori che avranno a disposizione diverse aree tematiche: da quella dei cavalli al gazebo dedicato ai trucchi; e ancora scivoli e giochi, teatri all’aperto, area food e un palco dove per l’intera giornata si alterneranno cantanti, comici, imitatori, attori e altri artisti. E dove nel pomeriggio sarà celebrata la Santa Messa.
 
«È una mega festa che da 15 anni riusciamo a organizzare grazie alla solidarietà della città – spiega Antonio Nocchetti, fondatore e presidente di Tutti a scuola Onlus –. Perché si tratta di un’iniziativa completamente autofinanziata, grazie a donazioni trasparenti e al contributo di 40 associazioni che ci consentono di esserci ogni anno, una volta all’anno». Un impegno che permette di offrire gratuitamente l’ingresso all’area e tutte le attività presenti, come gratuiti sono i 70 autobus messi a disposizione di associazioni, istituti e altre organizzazioni di Napoli e provincia che vogliono raggiungere la Mostra d’Oltremare e partecipare all’evento.
 
«Noi ci siamo nonostante tutto – prosegue Nocchetti –. Nonostante una politica che continua a promettere risorse economiche in favore dei disabili e dei loro familiari, ma che puntualmente quei fondi li taglia. E anche con questo governo la storia non è cambiata». E ancora: «Ci siamo, col sorriso stampato in faccia, per dare gioia e attenzione a chi negli altri 364 giorni dell’anno non ne riceve. E al nostro fianco avremo pezzi di istituzioni come la Polizia di Stato e quella Municipale, la Guardia di Finanza, i Vigili del Fuoco, l’Università e il Cnr». Poi conclude: «Quest’anno Giochi senza barriere sarà tappezzata di manifesti che riportano l’articolo 3 della Costituzione per ricordare a tutti che il nostro Stato deve garantire a ogni cittadino pari dignità e possibilità. Speriamo che a nessuno venga in mente di venirli a rimuovere».
 
E anche per questa quindicesima edizione a fare gli onori di casa sul palco centrale, dalle 10 fino alle 19, ci sarà Mario Porfito, che ormai può essere considerato il padrino della manifestazione. L’attore nelle ultime settimane si è reso protagonista, insieme allo stesso Nocchetti, di una serie di video ironici diffusi sui social network per pubblicizzare l’evento, che ben rappresentano lo spirito dell’iniziativa: impegnarsi per regalare ai bambini disabili una giornata di divertimento piena di gioia e spensieratezza.
 
Mercoledì 12 Giugno 2019, 17:59
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP