Volontariato, Csv Napoli presenta campagna di comunicazione e calendario 2023

Dodici testimonial hanno prestato la propria immagine e donato un pensiero sulla partecipazione civica e sull'agire volontario

Volontariato, Csv Napoli presenta campagna di comunicazione e calendario 2023
Volontariato, Csv Napoli presenta campagna di comunicazione e calendario 2023
Lunedì 5 Dicembre 2022, 12:20 - Ultimo agg. 14:09
3 Minuti di Lettura

Donne e uomini del mondo dello spettacolo, dello sport, della cultura e della società civile mettono a disposizione volti e parole per testimoniare l'importanza del volontariato, della tutela del bene pubblico, della condivisione. È questo il senso della nuova campagna di comunicazione del centro di servizio per il volontariato della città metropolitana di Napoli che vuole promuovere la solidarietà.

Dodici testimonial hanno prestato la propria immagine e donato un pensiero sulla partecipazione civica e sull'agire volontario: hanno aderito l'attore e comico Alessandro Bolide, il missionario comboniano Padre Alex Zanotelli, l'attrice Antonella Prisco, il musicista Antonio Onorato, il poeta e scrittore Franco Arminio, le calciatrici del Napoli femminile Melissa Nozzi e Lucia Strisciuglio, lo speaker radiofonico Francesco Mastandrea, il comico Lino Barbieri, l'attrice Maria Bolignano, il sacerdote Padre Antonio Loffredo, il duo comico Enzo e Sal, l'attrice Cinzia Cordella.

Dai loro sorrisi e dalle loro belle parole, l'impegno per valorizzare il ruolo del volontariato e la cultura del dono, elementi essenziali per una società più inclusiva e solidale. Con le immagini corredate dai messaggi dei testimonial è stato realizzato il calendario solidale 2023 che viene presentato agli Ets, ai volontari e ai media oggi, lunedì 5 dicembre, in occasione delle celebrazioni per la 37esima Giornata Internazionale del Volontariato.

«Il volontariato, come hanno dimostrato gli ultimi anni segnati prima dalla pandemia e poi dalla crisi ucraina, si conferma certamente uno dei pilastri della coesione sociale nel nostro Paese, un fenomeno che coinvolge circa 6 milioni di italiani e produce, attraverso 50mila organizzazioni non profit, oltre il 5% del PIL nazionale. I volontari sono sentinelle dei territori, sono i protagonisti dei processi di civismo e di democrazia e per questo vanno riconosciuti come un valore aggiunto della nostra società. Csv Napoli, con questa iniziativa, ha voluto far incontrare il mondo del volontariato napoletano con il mondo dello spettacolo, dello sport, della cultura e dell'impegno civile, perché soltanto la strada della condivisione di processi e responsabilità ci permetterà di ripensare, riprogettare e proporre un nuovo modo di fare comunità», spiega il presidente di Csv Napoli, Nicola Caprio.  

© RIPRODUZIONE RISERVATA