Paura allagamenti: esonda il Lago Maggiore, ancora allerta arancione per il Po

ARTICOLI CORRELATI
E' ancora allerta in tutto il Nord Italia per il rischio allagamenti ed esondazioni. Il lago Maggiore è esondato a Verbania invadendo la passeggiata di Pallanza. Le acque sono cresciute di mezzo metro nelle ultime 24 ore ma restano al di sotto del livello di pericolo, fissato a 6 metri. Nessun problema per ora alla viabilità nella zona lambita dal lago. Esondato anche il lago d'Orta che ha invaso i giardini pubblici.
 


La Polizia municipale di Piacenza ha chiuso al traffico una strada, via Nino Bixio, nel tratto sottostante un ponte ferroviario, per l'innalzamento del livello del Po. Lo rende noto il Comune. La decisione segue l'allerta arancione emessa dalla Protezione civile per criticità idraulica e per il transito della piena. È stato anche attivato il centro operativo comunale, in forma ridotta, per monitorare la situazione. L'ufficio di Protezione civile raccomanda «alla cittadinanza di prestare attenzione e di non avvicinarsi agli argini e alle aree golenali del Po, in quanto già parzialmente allagate».

La fase di maltempo più acuta, tuttavia, è terminata e su gran parte del Piemonte ha smesso di piovere ed è tornato il sole. La piena del Po è transitata senza creare danni prima a Torino e poi in provincia di Alessandria. È rientrata l'emergenza a Vogogna, in Ossola, dove ieri il rio Chiesa stava per uscire dagli argini. Oggi le scuole restano chiuse nei tre comuni della Bassa Ossola: Vogogna, Ornavasso e Premosello Chiovenda. Nel Biellese alcune strade provinciali sono state interrotte alla viabilità.






 
Mercoledì 7 Novembre 2018, 17:50 - Ultimo aggiornamento: 07-11-2018 21:37
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP