Milinkovic-Savic, ladri in casa a Roma: villa svaligiata dopo il gol alla Juventus

Martedì 10 Dicembre 2019 di Luca Bussi

Mentre Milinkovic-Savic esultava all'Olimpico al 74' segnando il gol del vantaggio sulla Juventus, tre ladri svaligiavano la sua villa a Formello. Sabato notte non ha avuto neppure il tempo di festeggiare il 3-1 sulla vecchia Signora il 24enne serbo alla sua quinta stagione con maglia biancoceleste. Giusto qualche minuto per esaltarsi negli spogliatoi con i compagni, ricevere i complimenti di patron Lotito e una cena con gli amici, che la gioia si è trasformata improvvisamente in sorpresa e poi rabbia. Varcato infatti l'ingresso di casa il centrocampista della Lazio più conteso del campionato, con una valutazione che sfiora i 100 milioni, ha trovato tutto a soqquadro, cassetti rovistati, gioielli e soldi spariti.

Sabato sera dunque il serbo non era soltanto l'uomo dei sogni di migliaia di tifosi biancocelesti che esultavano sugli spalti dell'Olimpico, ma anche il sogno di tre banditi a volto coperto che approfittando dell'impegno calcistico del Sergente hanno pensato bene di far visita nella sua abitazione.

Luca Argentero, ladri entrano in casa e rubano il Telegatto: lo sfogo sui social
 

 

LE TELECAMERE
Ripreso dal sistema di videosicurezza (sembra che gli allarmi sonori fossero disinseriti) il commando è entrato in azione proprio mentre il Sergente segnava al 74' il gol del sorpasso sulla Juve, forzando la finestra di uno dei bagni: l'impianto di allarme aver registrato l'intrusione proprio in quel preciso momento. In casa non c'era nessuno, i ladri avevano evidentemente studiato nei giorni scorsi le mosse del campione e previsto che quella sera la villa sarebbe stata deserta. Hanno messo a soqquadro tutto, in particolare la camera da letto di Milinkovic-Savic dove hanno trovato diversi orologi preziosi: quattro modelli Rolex e un costoso Hublot per un valore complessivo di 100mila euro. Prima di fuggire hanno arraffato anche diverso contante presente in casa per altri 5mila euro.

I carabinieri, chiamati dal centrocampista, visibilmente sconvolto all'arrivo dei militari, hanno subito sequestrato le immagini dell'impianto di videosorveglianza dalle quali si vedono i tre ladri aggirarsi con tutta calma nelle stanze della villa ma non i volti, coperti da passamontagna. Sono state ascoltate tutte le persone che frequentano soventi l'abitazione, dalle donne di servizio, al giardiniere fino ai vicini di casa nella speranza che qualcuno possa fornire informazioni utili per risalire ai ladri che ovviamente non hanno lasciato alcun indizio utile alle indagini, tanto meno impronte. Non si esclude che i banditi possano far parte di una delle bande di malviventi che negli ultimi due mesi hanno messo a segno 12 colpi in tutta Roma e nel suo hinterland, in alcuni casi con tanto di sequestri lampo.

Serie A, gli anticipi e i posticipi del campionato

LE INDAGINI
La brutta disavventura extracalcistica vissuta da Milinkovic-Savic l'altra notte non è la prima per il campione biancoceleste. A settembre del 2018, infatti, nella casa di via Cortina D'Ampezzo subì lo strano furto della sua Fiat 500 Abarth, un'auto immatricolata e acquistata in Germania, quindi non ancora assicurata per furto in Italia, sparita mentre il centrocampista era partito per una trasferta lasciando un amico ospite in casa sua. Al suo rientro non trovò più la sua preziosa utilitaria che aveva lasciato parcheggiata sotto casa. Inevitabile scattò la denuncia per furto sulla quale sono ancora in corso indagini.

Ultimo aggiornamento: 11:38 © RIPRODUZIONE RISERVATA