Canoa si rovescia sul Mincio: un morto e un ferito in gravi condizioni

Sabato 12 Giugno 2021
Verona, canoa con 2 persone si rovescia: uomo si tuffa per salvarle, ma una è morta e l'altra è in gravi condizioni

Verona, è stato funestato dalle tragedia nei luoghi di vacanza questo primo sabato di vera estate per molti italiani, dopo i mesi blindati in casa per il Covid. Un canoista è morto, e il suo compagno è rimasto gravemente ferito, in un incidente avvenuto sul Mincio, ai confini tra Veneto e Lombardia. Un altro turista, un subacqueo di 69 anni, è deceduto invece durante un'immersione nelle acque dell'isola del Giglio, in Toscana, per un probabile malore.

Il fatto più grave è accaduto a Valeggio sul Mincio (Verona). Nel primo pomeriggio, nel tratto di fiume che segna il confine tra le due regioni, una canoa con due uomini a bordo si è improvvisamente rovesciata, poco dopo essere entrata in acqua a sud di Borghetto, la splendida frazione con lo storico ponte. I due sono finiti sotto, ed un passante dalla riva si è tuffato per cercare di soccorrerli, senza riuscirvi.

Sul posto sono intervenuti in breve tempo i Vigili del fuoco ed un elicottero di Verona Emergenza. Uno dei due è stato individuato mentre in acqua galleggiava esanime. Soccorso e portato a riva, dopo lunga rianimazione è stato trasportato in elicottero all'ospedale Borgo Roma di Verona, Non se ne conosce ancora l'identità, perché non aveva con sé documenti,. Per il suo compagno di gita non c'è stato invece nulla da fare. Il corpo è stato trovato più a valle, nel tratto mantovano del fiume, dove si era fermato all'altezza di una briglia, un'opera di ingegneria idraulica. La vittima è un 61/enne di Ravenna. Allo stesso modo nessun soccorso è stato possibile per il subacqueo 69enne morto per un malore in un'immersione all'isola del Giglio.

L'uomo era residente a Cervia (Ravenna). Secondo quanto ricostruito, il sub si sarebbe sentito male proprio mentre stava risalendo in superficie per raggiungere la sua imbarcazione. Immediata la chiamata dei soccorsi da parte di chi era con lui, ma purtroppo i sanitari non hanno potuto salvarlo.

Disavventura a lieto fine, invece, per tre ragazzi bloccati su un isolotto al centro del fiume Oglio, a Calcio (Bergamo). Sono stati soccorsi dai vigili del fuoco e dal 118, che li hanno recuperati con l'elicottero. I tre erano in difficoltà a causa dell'innalzamento del livello del fiume e temevano di rischiare troppo nell'arrivare fino alla riva.

 

Milano, uomo accoltellato in auto muore dopo il ricovero: sospetti su una donna

Camilla Canepa, i pm sequestrano il certificato anamnestico. Chiesta la lettera del Cts alle Regioni sugli open day

 

 

Ultimo aggiornamento: 20:28 © RIPRODUZIONE RISERVATA