Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Epidemia di malattia intestinale sconosciuta in Corea del Nord, Kim ordina la quarantena di massa: mistero sul numero di contagiati

Venerdì 17 Giugno 2022
Epidemia di malattia intestinale sconosciuta in Corea del Nord, Kim ordina la quarantena di massa: mistero sul numero di contagiati

Una epidemia di malattia intestinale non ancora identificata in Corea del Nord. Le autorità di Pyongyang hanno reso noto che il Paese sta affrontando un nuovo focolaio che si aggiunge a quelli del Covid-19. Il leader nordcoreano, Kim Jong-un, ha ordinato l'attuazione delle misure di quarantena, come riporta l'agenzia di stampa ufficiale KCNA.

Omicron in Corea del Nord, 232mila casi di febbre e maxi-focolaio. Kim Jong-un: «Funzionari pigri e negligenti»

La nuova epidemia in Corea del Nord

Fonti ufficiali affermano che mercoledì sono state inviate medicine nella città di Haeju per aiutare i pazienti che soffrono di quella che viene definita "epidemia enterica acuta". Gli esperti sanitari sospettano che possano trattarsi di tifo o colera, ma ancora non c'è chiarezza. Come non è chiaro il numero di persone coinvolte.

 

Il covid

La Corea del Nord ha dichiarato lo stato di emergenza a maggio dopo aver affermato che milioni di persone stavano soffrendo di "febbre", ritenute casi di Covid-19 non testati. «Kim ha sottolineato la necessità di contenere l'epidemia il prima possibile adottando una misura ben articolata per mettere in quarantena i casi sospetti per frenarne completamente la diffusione, confermando i casi attraverso esami epidemiologici e test scientifici», ha affermato KCNA.

I numeri

Pyongyang ha segnalato la presenza di 26.010 persone con sintomi di febbrecon febbre, ma nel Paese mancano i kit per i test Covid. Molti sospettano anche che il governo abbia sottostimato i nuovi casi.  Il bilancio delle vittime legato all'epidemia è di 73, afferma il governo, ma l'Organizzazione mondiale della sanità e altri hanno affermato di temere che la situazione sia molto peggiore.

Ultimo aggiornamento: 18 Giugno, 10:43 © RIPRODUZIONE RISERVATA