Regina Elisabetta, cosa cambia adesso? Francobolli, passaporti, caselle postali e l'inno "God save the king"

Morte regina Elisabetta, cosa cambierà dopo la scomparsa della sovrana: dal simbolo ufficiale a "God save the queen"
Morte regina Elisabetta, cosa cambierà dopo la scomparsa della sovrana: dal simbolo ufficiale a "God save the queen"
Venerdì 9 Settembre 2022, 18:29 - Ultimo agg. 23:49
4 Minuti di Lettura

La regina Elisabetta ha regnato per più di 70 anni e la maggior parte delle persone non ha mai visto nessun'altro sul trono di Buckingham Palace. Da quando fu incoronata nel 1952, la sua immagine e il suo stemma "EIIR (Elisabetta II Regina)", hanno fatto parte della vita dei sudditi britannici per quasi un secolo, presenti su tutto: dai contanti, ai francobolli fino alle divise delle forze dell'ordine. Ora che la regina è scomparsa a 96 anni, e la corona è passata sulla testa di Re Carlo III, la Gran Bretagna vedrà molti cambiamenti. Ecco quindi quali saranno le novità a cui i cittadini britannaci dovranno "abituarsi".

Banconote Regina Elisabetta, cosa succede alle sterline con la sua immagine ora che Carlo è Re

Tutti i cambiamenti dopo la morte della regina Elisabetta

Dalle parole dell'inno nazionale britannico, che diventerà "God Save the King", alle preghiere, alla formula pronunciata nei tribunali e in altre istituzioni fino all'appellativo che identifica gli avvocati di Sua Maestà, tutto declinato al maschile, come del resto accadrà con la dizione "Her Majesty" sostituita da "His Majesty" sui nuovi passaporti. La rivoluzione comunque riguarda soprattutto le cose sulle quali la sovrana è ritratta.

Francobolli

I francobolli, così come i contanti, raffigurano tutti un'immagine della regina, quindi se ne dovranno creare di nuovi con il volto del re. Quelli che raffigurano il volto della sovrana verranno gradualmente eliminati.

Cassette postali 

Nonostante possa sembrare una cosa di poco conto, il cambio delle cassette postali del regno, sarà una delle novità più importanti, giacchè raffigurano lo stemma reale di Elisabetta. Lo stemma  "EIIR" che sta per Elisabetta II Regina, con Regina derivante dal latino, come da tradizione dei reali (rex al maschile), verrà dunque rimosso. In tutto il Regno Unito, a parte la Scozia, la maggior parte delle cassette delle lettere raffigura questo stemma. E anche se dopo la morte di un monarca, le cassette postali non vengono sostituite: è probabile che quelle nuove verranno realizzate con lo stemma ufficiale di Carlo III che a questo punto potrebbe essere "CIIIR".

Uniformi

Lo stemma della regina inoltre, oltre che sui cancelli del palazzo reale, appare su molte uniformi nel Regno Unito, comprese quelle indossate da agenti di polizia e militari. Queste uniformi saranno probabilmente aggiornate nel tempo con il nuovo stemma del re.

Passaporti

Sui passaporti britannici è riportata la seguente dicitura «In nome di Sua Maestà la regina». Pertanto i nuovi passaporti emessi saranno declinati con la dicitura al maschile "his majesty". Tuttavia, è probabile che i passaporti dovranno essere aggiornati solo una volta scaduti.

Inno nazionale

Ora che la regina è morta, l'inno nazionale non sarà più "God Save the Queen". Tornerà dunque alla versione maschile, "God Save the King", con tutti i pronomi all'interno delle parole declinati al maschile. Questa versione dell'inno nazionale fu usata l'ultima volta nel 1952, quando Giorgio VI, padre di Elisabetta, era sul trono.

Regina Elisabetta morta, William e Kate diventano duchi di Cornovaglia. «Lui delfino, sarà principe di Galles»

© RIPRODUZIONE RISERVATA