Prescrizione, stop alla legge Costa: Iv vota con l'opposizione. Ira Pd: non tollereremo ancora per molto

Mercoledì 19 Febbraio 2020
Prescrizione, stop alla legge Costa: Iv vota con l'opposizione. Ira Pd

Caos nelle commissioni. Lite sul voto della prescrizione: proteste Italia Viva-Fi. Lite in commissione Giustizia alla Camera, con momenti di tensione e urla, al momento del voto sull'emendamento che ha soppresso la proposta di legge del forzista Costa sulla prescrizione. M5s, Pd e Leu hanno prevalso per un solo voto, della presidente della commissione Francesca Businarolo del M5s. Ma le opposizioni protestano: Enrico Costa per FI e Cosimo Maria Ferri per Iv hanno protestato perché non è stato permesso di far votare Alessandro Colucci, del Misto, che aveva una delega e avrebbe votato contro la soppressione.

LEGGI ANCHE --> Salvini: «Non credo ai sondaggi, ma ci danno al 32%. Non molliamo»

«Un folto gruppo di senatori della Lega ha fatto irruzione nella Commissione Giustizia del Senato bloccando l'esame del decreto intercettazioni. La maggioranza stava per votare e respingere un emendamento della Lega, quando i senatori del Carroccio hanno iniziato a protestare, coadiuvati da un folto gruppo di loro colleghi che hanno fatto irruzione in commissione al grido «votate il nostro emendamento». In base al regolamento del Senato in Commissione possono entrare anche i senatori esterni alla Commissione, motivo per cui i commessi non hanno bloccato il gruppo di parlamentari leghisti.

Il voto di Iv sulla prescrizione è «l'ennesima provocazione» verso il governo. «Questa guerriglia quotidiana di Renzi è diventata insopportabile perché mina alla base la tenuta del governo. Così è davvero complicato andare avanti. Iv chiarisca subito, perché non è possibile stare» insieme «all'opposizione e al governo. Non saremo disponibili a tollerare ancora per molto. Renzi si assuma le responsabilità di fronte al Paese se ha deciso di favorire il ritorno di Salvini e della destra». Così il vicecapogruppo Pd Michele Bordo.

«Poco fa in commissione giustizia alla Camera Italia Viva ha votato ancora una volta insieme alle opposizioni, compiendo l'ennesima provocazione nei confronti del Governo. L'emendamento della maggioranza alla legge Costa è passato per un voto e solo grazie alle assenze di due colleghi del gruppo misto. Questa guerriglia quotidiana di Renzi è diventata ormai insopportabile perché mina alla base la tenuta del governo, con il rischio di conseguenze pesanti per il Paese», afferma in una nota il vicecapogruppo del Pd alla Camera Michele Bordo. «Una cosa è certa: in questo modo è davvero complicato andare avanti. Italia Viva chiarisca subito la sua posizione perché non è possibile stare contemporaneamente all'opposizione e al governo. Per quanto ci riguarda, non saremo disponibili a tollerare ancora per molto questa situazione», conclude Bordo.
 

Ultimo aggiornamento: 20:40 © RIPRODUZIONE RISERVATA