Violenza ultrà negli stadi, Salvini:
«No stop partite per cori razzisti»

ARTICOLI CORRELATI
18
  • 522
«Ogni settimana ci sono 12 milioni di tifosi che seguono gli eventi sportivi e 6mila teppisti, da non confondere con i tifosi che sono il 99%. L'obiettivo è sradicare la violenza con ogni mezzo necessario». Lo ha detto il ministro dell'Interno Matteo Salvini al termine della riunione straordinaria dell'Osservatorio nazionale sulle manifestazioni sportive, svoltasi con il sottosegretario Giancarlo Giorgetti, i vertici dello sport ed il capo della polizia Franco Gabrielli.
Lunedì 7 Gennaio 2019, 18:16 - Ultimo aggiornamento: 07-01-2019 23:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 18 commenti presenti
2019-01-09 13:16:35
salvini sei un bluff
2019-01-08 05:50:57
Hahaha. Al posto di far chiudere lo stadio per 5 giornate e far dare 5 sconfitte a tavolino alla squadra dei tifosi che intonano cori razzisti , il ministro delle eventuali e varie li difende. Che giustizia fatta con i piedi
2019-01-08 00:05:39
è risaputo che salvini prende i voti dalle curve violente del nord e del centro , per cui non poteva non deluderli .. a questo punto toccherebbe a DI MAIO staccargli la spina .. tante parole per dire che non cambierà niente , migliaia di tifosi allo stadio non possono pagare per migliaia di ultras , ma milioni di napoletani nel mondo non possono più sopportare simili umiliazioni, e vorremmo parlare di calcio , non di vomitevoli cori
2019-01-07 21:49:25
Il suo razionale è comprensibile e condivisibile tuttavia, mancano le relative misure penali per arginare il fenomeno. Il DASPO è un inutile provvedimento buonista di un Italia a picco.
2019-01-07 21:27:05
Da uno così non potevamo certo aspettarci qualcosa d diverso. Quindi il razzismo secondo salvini non esiste. Forse non ci si rende ancora conto in quali mani stiamo

QUICKMAP