Covid, Brusaferro (Iss): «Curva epidemica in crescita, in Italia 11 casi di Omicron». L'ultimo in Calabria

Martedì 7 Dicembre 2021
Covid, Brusaferro (Iss): «Curva epidemica in crescita, in Italia 11 casi di Omicron»

Covid in Italia, Omicron e pandemia. Che succede? «Siamo ancora in una situazione epidemica. La curva è in crescita e l'incidenza settimanale, a ieri sera, è pari a 173 casi ogni 100mila abitanti». Lo ha detto Silvio Brusaferro, presidente dell'Istituto superiore di sanità e portavoce del Cts, in audizione in Commissione Affari costituzionali della Camera sul decreto che ha introdotto il Super green pass e l'obbligo vaccinale per alcune categorie lavorative. Brusaferro ha fatto sapere che nel nostro Paese al momento ci sono «11 casi» confermati della variante Omicron.

«Scuola, diecimila classi in Dad su 400mila». L'appello dei presidi: vaccinate i bambini

Stato di emergenza, niente proroga: l'idea dei poteri alla Protezione civile o di una missione ad hoc

In Italia «ci sono ancora 6,5 milioni di persone sopra i 12 anni d'età, che non hanno cominciato il ciclo vaccinale, non hanno fatto nemmeno una dose. Molte di questi sono in fascia lavorativa, fra i 30 e i 60 anni. Le coperture più basse si registrano in particolare fra i 30 e i 49 anni, la fascia d'età caratterizzata da una maggior circolazione del virus», ha proseguito Brusaferro. «Questo 10% circa di popolazione è un numero significativo, che favorisce la circolazione virale», sottolinea Brusaferro. «Il dato positivo viceversa è che fra gli over 80 sta crescendo la somministrazione della terza dose, il 57%» ha fatto il richiamo.

«Per quanto riguarda l'occupazione posti letto, abbiamo una crescita che aumenta di circa un punto percentuale a settimana a livello nazionale» e «continua crescere anche in terapia intensiva», ha spiegato poi. Così come «un Rt intorno a 1,2 - stasera o domani avremo dati più aggiornati ma quelli preliminari mostrano che ci manteniamo su questa tendenza - indica che siamo ancora in una situazione di crescita della circolazione».

Primo contagio Omicron in Calabria: è passato per Roma

Primo contagio Covid da variante Omicron in Calabria. Si tratta di un soggetto, di circa 30 anni, tornato in Calabria domenica scorsa con un volo da Francoforte via Roma, ma proveniente da Johannesburg. Vaccinato anche con dose booster, prima di partire si era sottoposto a tampone risultato negativo. Al suo arrivo il nuovo tampone di controllo, sequenziato dal laboratorio di microbiologia dell'Asp 5 di Reggio Calabria, ha dato esito positivo, evidenziando l'appartenenza alla variante Omicron. «L'uomo sta bene, accusa solo un leggero raffreddore» ha detto il responsabile del Dipartimento di Prevenzione dell'Asp Sandro Giuffrida.

 

Ultimo aggiornamento: 23:48 © RIPRODUZIONE RISERVATA