Johnson&Johnson, seconda dose (dopo 6 mesi) con vaccino diverso: come funziona la prenotazione

Venerdì 5 Novembre 2021 di Lorena Loiacono
Johnson&Johnson, seconda dose (dopo 6 mesi) con vaccino diverso: come funziona la prenotazione

Il richiamo a 6 mesi è previsto, ora, anche per il vaccino monodose Johnson&Johnson: sono 1,5 milioni gli italiani che, a partire dallo scorso mese di aprile, hanno aderito alla campagna vaccinale preferendo la somministrazione di un'unica dose J&J. E quindi adesso, quando per gli altri tre vaccini è già stata prevista la terza dose, arriva anche per loro il richiamo. Sarà booster eterologo.

Covid, i bambini ora sono i più colpiti. «Vacciniamo anche loro»

Seconda dose con un vaccino diverso

Deve essere eterologa la seconda dose dopo la prima di J&J, vale a dire che si farà con un vaccino a m-Rna. Il vaccino della Janssen garantisce una risposta immunitaria fino a 8 mesi e, secondo i dati della casa farmaceutica, protegge dalla malattia grave per almeno 6 mesi. Per questo allora, al pari degli altri vaccini, è previsto il richiamo confermato anche dall'Aifa: dal ministero della Salute è arrivata la circolare per cui "tutti i soggetti vaccinati da almeno sei mesi (180 giorni) con una unica dose di vaccino Janssen potranno ricevere una dose di richiamo con vaccino a m-Rna nei dosaggi autorizzati per il booster (30 mcg in 0,3 mL per Comirnaty di Pfizer/BioNTech; 50 mcg in 0,25 mL per Spikevax di Moderna)".

È sicuro fare un altro vaccino dopo J&J?

A mettere nero su bianco la certezza dell'efficacia del vaccino eterologo è l'Aifa, che in una nota la validita di un richiamo a m_rna dopo un'altra tipologia di vaccino. Come già accade per chi fece Astrazeneca. L'Aifa spiega: "Può essere considerata una strategia consolidata per la maggior parte dei vaccini. L’opportunità di prevedere una dose di richiamo appare supportata da un solido razionale. Le evidenze più recenti confermano l’efficacia di una dose booster (soprattutto con vaccino a mRna) nel potenziare la risposta immunitaria al vaccino Covid-19 Janssen".

Tempi e modalità di prenotazione

Per la seconda dose bisogna aspettare la fine dei 180 giorni. Le somministrazioni sono iniziate nel mese di aprile quindi i primi ad averle ricevute possono già fare il richiamo.

E' possibile quindi prenotare la seconda dose, come avviene per la terza degli altri vaccini, tramite i sistemi informatici messi a disposizione delle singole Regioni. Il Lazio è pronto a partire con “la somministrazione del richiamo a 180 giorni da subito presso i medici di medicina generale ed entro 48 ore prenotandosi sul portale regionale e nelle farmacie. L'operazione interessa una platea di circa 200mila persone. In tutta Italia 1.491.635 persone.

 

Ultimo aggiornamento: 15:03 © RIPRODUZIONE RISERVATA