Roma, il Circo Massimo diventa un lago: ecco l'arena dopo le piogge

Martedì 5 Febbraio 2019 di Laura Larcan
foto di FRANCESCO TOIATI

Il Circo Massimo diventa "lacus maximus". La battuta viene spontanea: che sia pronto ad ospitare una "naumachia"? Una rievocazione ad arte delle battaglie navali? Così come si usava talvolta nel Colosseo (riempiendo d'acqua l'arena) o come quelle festose che si disputavano a piazza Navona? Una boutade, certo. Il Circo Massimo si è risvegliato quasi completamente allagato, complici le piogge battenti dell'ultimo fine settimana. Tutta la porzione dell'arena verso il lato Nord del monumento appare sommersa. Spettacolo? Assicurato.
 

 

In tanti, tra runners, papà a spasso con i bambini, turisti irriducibili delle archeo-passeggiate, o passanti occasionali, sono rimasti colpiti dall'insolito scenario. Suggestione, ma anche perplessità sulle condizioni di salute del complesso monumentale in consegna alla Sovrintendenza capitolina e sotto la tutela del Parco archeologico del Colosseo. Che faccia bene tutta quell'acqua ristagnante? Fatto sta che la versione lacustre del Circo Massimo ha subito attirato la fauna cittadina. E' qui che sono planati piccioni, corvi, gabbiani, approfittando dello specchio d'acqua. La corsa all'ultimo selfie è scattata. Un pò come quando il Circo Massimo rimase coperto dalla neve. 

Ultimo aggiornamento: 14:29 © RIPRODUZIONE RISERVATA