Decolla l'aeroporto di Salerno,
in arrivo 4.500 voli da Capodichino

Giovedì 4 Luglio 2019 di ​Diletta Turco
Sono 4.500 gli aerei di aviazione generale che dalla prossima stagione invernale atterreranno e decolleranno dall’aeroporto di Salerno Costa d’Amalfi. Inizia a prendere corpo ufficialmente, con i primi elementi operativi, il programma di fusione tra la Gesac, la società che gestisce l’aeroporto di Capodichino, e Aeroporto di Salerno spa. Un primo passaggio di consegne, quello relativo all’aviazione generale, che detta già i ritmi e gli ambiti entro cui i due scali si specializzeranno. A Salerno, infatti, arriverà quasi per intero l’attuale traffico «privato» di Capodichino. A dare la «benedizione» alla prima manovra operativa ufficiale è stato l’Ente nazionale per l’aviazione civile che, con una disposizione dirigenziale dello scorso 21 giugno, ha stabilito proprio il passaggio di consegne di questo primo segmento di mercato.

Si tratta di cifre decisamente importanti per l’aeroporto di Salerno, che, mai nella sua storia ha dovuto gestire un numero così elevato di voli privati. In tutto il 2018, anno in cui il traffico di aviazione generale ha avuto un incremento sostanzioso, si è arrivati a 1.900 voli. Che, mediamente, si stima possano essere confermati, vista comunque l’attrattività turistica del territorio salernitano, confermata dall’arrivo di molti vip fotografati all’atterraggio in questi ultimi anni. Lo scalo salernitano dovrà, quindi, essere preparato a triplicare il lavoro di gestione dei servizi a terra (dal facchinaggio alla sicurezza, passando per i bagagli, i transfer e tutto ciò che riguarda il settore handling). © RIPRODUZIONE RISERVATA