Uccide la compagna col fuoco:
«Violeta, scusaci, abbiamo fallito»

ARTICOLI CORRELATI
0
  • 18065
«Violeta, scusaci abbiamo fallito. Non abbiamo ascoltato le tue grida, siamo rimaste indifferenti in attesa che fossi tu a trovare la forza di cercarci. Abbiamo fallito». Lo scrive in una nota stampa la Consulta delle Donne Amministratrici del Vallo di Diano e Tanagro commentando il femminicidio della 32enne Violeta Senchiu avvenuto a Sala Consilina.
 

Con le parole - continua la nota stampa - siamo contro la violenza, ma ancora oggi cerchiamo giustificazioni a ciò che ti è accaduto: un violento ha usato la più grande delle violenze ammazzandoti, forse perché molto probabilmente gli avevi comunicato che la vostra storia era già finita». La donna, di origine romena, è deceduta questa mattina per le ustioni subite su tutto il corpo a seguito dell'incendio divampato nel proprio appartamento. Il rogo era stato appiccato nel primo pomeriggio di ieri dal suo compagno, un uomo di 48 anni, già noto alle forze dell'ordine. Il 48enne, accusato di omicidio pluri-aggravato per futili motivi, crudeltà e premeditazione, si trova ora in stato di fermo giudiziario nel reparto detenuti dell'ospedale di Potenza in quanto nel rogo ha riportato ustioni agli arti inferiori e superiori.
Lunedì 5 Novembre 2018, 06:10 - Ultimo aggiornamento: 05-11-2018 17:58
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP