Giffoni: grande festa per i 70 anni
del direttore Claudio Gubitosi

Giovedì 21 Ottobre 2021
Giffoni: grande festa per i 70 anni del direttore Claudio Gubitosi

Settant'anni per molti sono un traguardo. Per chi come Claudio Gubitosi da oltre cinquant'anni regala felicità con i piedi ben saldi nelle proprie radici e uno sguardo perennemente proiettato al futuro, sono un nuovo inizio. Ed è da questa data, 20 ottobre 2021, che Giffoni riparte per una rivoluzione che, ancora una volta, lascerà il segno nei territori e nelle generazioni che ieri hanno voluto festeggiare il fondatore e direttore di un'idea amata nel mondo, nel corso di una giornata densa di emozioni. Prima tappa al Comune di Giffoni Valle Piana, dove, alla presenza del sindaco Antonio Giuliano, del prefetto Francesco Russo e di una nutrita delegazione di primi cittadini dei Picentini, Gubitosi è stato accolto al grido di “Auguri Claudio, grazie a te Giffoni brilla nel mondo”. Presenti, inoltre, il presidente dell’Ente Autonomo Giffoni Experience, Pietro Rinaldi, il presidente onorario, Generoso Andria, don Giosuè Santoro e don Generoso Bacco, sacerdoti di Giffoni, e i rappresentanti delle forze dell’ordine locali.

Intense le parole di Francesco Russo, Prefetto di Salerno. Da parte sua non un semplice omaggio a Claudio Gubitosi, ma il riconoscimento per un progetto che ha saputo trasformare il territorio, dando identità e valore: «Quando si arriva qui - ha detto – si diventa tutti un po’ giffoner. Ritroviamo quella semplicità e quella autenticità che è tipica dei ragazzi. Claudio Gubitosi è un grande visionario, un uomo di cinema ma con i piedi ben saldi a terra.». Accorato l’intervento dei sindaci presenti presso l’Aula Consiliare. Hanno inteso portare i loro auguri al direttore Gubitosi i sindaci di Giffoni Sei Casali, San Cipriano Picentino, Castiglione dei Genovesi, Pontecagnano Faiano, Bellizzi,Olevano sul Tusciano, Montecorvino Pugliano, Montecorvino Rovella, Acerno e San Mango Piemonte. 

All’orizzonte l’apertura di una sede della Business School di Milano e, ancora, gli Studios, il Campus: è così che cresce la Multimedia Valley. «I miei 70 anni – ha così concluso Gubitosi – si legano inscindibilmente ai 52 del Festival. Io credo di essere stato in qualche modo uno strumento per far gioire gli altri. È così che interpreto il successo, come la capacità di dare felicità. Dopo cosa succederà? Ho un team eccezionale, capace di cambiare il mondo più e meglio di me». La giornata è poi proseguita con una festa in Multimedia Valley, dove Gubitosi è stato circondato dall'affetto dei suoi familiari, che lo hanno sempre supportato in questa avventura, degli amici storici, come Alfonso Andria, Raffaele Budetti, Giuseppe Blasi e dello staff che collabora a rendere concrete le sue straordinarie intuizioni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA