Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Ladri in casa con la padrona
la donna si rifugia sul tetto

Venerdì 2 Agosto 2019 di Paolo Panaro
Ladri in casa con la padrona la donna si rifugia sul tetto

Ladri scatenati in azione. Si arrampicano sulle tubature ed entrano nelle case, forzando balconi e finestre anche se all’interno ci sono gli inquilini e i proprietari. A casa di Vincenzo Citro, noto parrucchiere, hanno fatto irruzione ben due volte in meno di una settimana. Giovedì 25 luglio, poco prima delle 22, i ladri, almeno tre, sono entrati a casa Citro e hanno rovistato tra i cassetti, rubando duemila euro, gioielli e monili. In casa c’era solo la maglie di Vincenzo Citro che intimorita, per sfuggire alla grinfie dei banditi e temendo il peggio si è rifugiata sul tetto dell’abitazione, rischiando di precipitare nel vuoto. 

Ad allertare Citro, che era in paese, sono stati i vicini di casa. Il parrucchiere si è precipitato a casa preoccupatissimo, per soccorre la moglie. I banditi armati di torce e arnesi da scasso, appena rubato il portagioie con denaro e gioielli, si sono lanciati nel vuoto dai balconi, rischiando di ferirsi e sono fuggiti. La padrona di casa si è rincuorata solo quando è tornato a casa il marito. I ladri erano già svaniti nel nulla. Poi, mercoledì 31 luglio, verso le 16,30, in pieno giorno i ladri sono ritornati a casa Citro. Con lo stesso modus operandi si sono arrampicati sui balconi e sono entrati in casa. Volevano rubare altri gioielli ed orologi che avevano notato durante il furto precedente. Questa volta il colpo non è andato a segno. I banditi sono stati messi in fuga dal proprietario di casa che si è anche dotato di una serie di antifurti per scoraggiare i malintenzionati. «Negli ultimi giorni a Giffoni Sei Casali – dice Citro – siamo assediati dai ladri e i furti sono aumentati. In meno di una settimana i banditi sono entrati in casa due volte. Siamo tutti spaventati, perché entrano nelle abitazioni anche se ci sono le famiglie e può accadere di tutto. L’altra sera mia moglie quando ha capito che c’erano i ladri in casa si è rifugiata sul tetto per scongiurare il peggio ed è ancora spaventata. Poi, l’altro pomeriggio i ladri sono tornati nelle mia abitazione ma non hanno rubato nulla». 

Ultimo aggiornamento: 08:34 © RIPRODUZIONE RISERVATA