Omicron 5, il report Iss: salgono Rt e terapie intensive. Speranza: «Elevato numero di casi, serve cautela»

Il rapporto settimanale dell'Istituto superiore di sanità conferma l'aumento della curva epidemiologica

Omicron 5, report Iss: RT sale a 1,40 incidenza 1071 ogni 100mila abitanti
Omicron 5, report Iss: RT sale a 1,40 incidenza 1071 ogni 100mila abitanti
Venerdì 8 Luglio 2022, 09:54 - Ultimo agg. 9 Luglio, 08:39
3 Minuti di Lettura

Continua a crescere l'indice di trasmissibilità e incidenza dei casi Covid legati alla nuova variante Omicron 5. Lo scorso mese, nel periodo che va dal 15 al 28 giugno 2022, l'Rt medio calcolato sui casi di persone sintomatiche è stato 1,40 (range 1,36-1,46). Numeri in costante crescita rispetto alla settimana precedente quando l'Rt si attestava a 1,30, comunque oltre la soglia epidemica. A livello nazionale aumentano le cifre legate all'incidenza settimanale. I numeri dicono 1071 ogni 100.000 abitanti nel periodo di riferimento (1-7 luglio 2022), in crescita rispetto ai 763 ogni 100.000 della settimana prima. I dati sono forniti dal monitoraggio settimanale Iss-ministero della Salute sull'andamento dell'epidemia.

Gimbe, nuovi casi Covid in forte aumento: indispensabile la mascherina, si rischia

Focolai d'influenza attesi per l'inverno, il ministero della Salute consiglia il vaccino

SPERANZA - «Credo che in queste giornate in cui il numero dei casi è piuttosto elevato bisogna avere più precauzione e più prudenza, questo lo chiediamo a tutti in modo particolare, nei luoghi al chiuso resta raccomandata la mascherina e i più fragili possono fare la quarta dose. Già oggi le persone con più di 80 anni e quelle che vivono nelle Rsa possono fare il richiamo. Non aspettate settembre ma fate subito la dose di richiamo». È quanto afferma il ministro della Salute, Roberto Speranza, a margine di un evento della Polizia. «Non ci sono cambiamenti di natura formale nelle regole ma c'è una richiesta di cautela: se si sta in un posto dove ci sono tante persone è importante prendere precauzioni», prosegue ancora Speranza. «È una fase diversa, abbiamo anticorpi monoclonali, antivirali, una protezione larga con i vaccini e quindi siamo in una condizione diversa rispetto al passato ma il covid è ancora una sfida di oggi e quindi non dobbiamo abbassare la guardia - ha aggiunto - In ogni situazione dove può esserci il rischio di contagio è importante avere la mascherina».

© RIPRODUZIONE RISERVATA