Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Giro d'Italia, da Bacoli l'omaggio alla tappa con un piatto rosa

Lunedì 9 Maggio 2022
Giro d'Italia, da Bacoli l'omaggio alla tappa con un piatto rosa

Arriva da Bacoli il piatto “Giro d’Italia” dedicato alla tappa flegrea del prossimo 14 maggio: riso rosa mantecato alla bisque di gamberi, burro di bufala campana, estratto di barbabietola e battuto di gamberi di Procida, ingredienti selezionati e disposti per evocare la maglia rosa. Completa l’opera il tricolore di prezzemolo e pomodoro disidratati e il bianco della quinoa soffiata.

È questo il piatto limited edition proposto in menu, per tutto maggio, all’Hosteria Bugiarda il ristorante di Bacoli, in provincia di Napoli, a ridosso delle Terme Baia e a un salto dalla Casina Vanvitelliana. Il locale guidato da un team di giovanissimi, tra cui lo chef Luigi Costigliola, Luca e Rossella Costagliola addetti alla sala, ha aperto i battenti nel giugno del 2019 nel segno della contemporary kitchen, ovvero una cucina creativa dalle tecniche moderne applicate alle ricette di tradizione. Luigi, Luca e Rossella conservano vivi nella mente i racconti di nonni e genitori legati al passaggio nei Campi Flegrei dei campioni in bicicletta del 1977.

Video

Appresa la notizia del nuovo passaggio della corsa in rosa, i tre hanno voluto celebrare, anche in cucina, lo speciale avvenimento con una creazione dedicata che unisse ricordo, attualità e territorio. Il piatto ha infatti più valenze: proprio come la tappa flegrea è anche un tributo a Procida, l’isola dirimpettaia Capitale della cultura 2022, vestita di rosa. Inoltre la nuance del Giro d’Italia ha il colore dell’ottimismo e della speranza: rappresenta dunque anche un inno alla desiderata normalità dopo due anni di pandemia. Attaccamento al territorio, perizia tecnica e vivacità dei colori per un piatto che, tra equilibrio di sapori e profumi delle terre baciate dal mare, celebra il ritorno, tra le strade flegree, la carovana delle due ruote.

© RIPRODUZIONE RISERVATA