Ilary Blasi e quelle foto senza veli: «Si fece pagare 8 milioni di lire». Spunta il retroscena

Ilary Blasi, quella volta che si fece pagare otto milioni per un servizio fotografico senza veli
Ilary Blasi, quella volta che si fece pagare otto milioni per un servizio fotografico senza veli
Domenica 4 Settembre 2022, 13:39 - Ultimo agg. 14:15
3 Minuti di Lettura

Si torna a parlare di Ilary Blasi, ma stavolta ad alimentare il gossip non sono gli accordi di separazione che (forse) troverà con Francesco Totti, ma un cachet stellare percepito per un vecchio servizio fotografico senza veli.

Ilary Blasi, quella volta che si fece pagare otto milioni per un servizio fotografico senza veli

Proprio in queste ore fanno discutere alcune foto molto sensuali della conduttrice per Di Più Tv del fotografo Angelo Genovese, che rivela dei retroscena su un lavoro risalente a 20 anni fa: «Lo fece per soldi e per la carriera – riporta Libero –. Era agli inizi. Malgrado avesse partecipato a Miss Italia e fatto qualche pubblicità lei voleva fare l’attrice. Venne da noi per un book fotografico intorno al 2000, era bellissima, una di quelle ragazze che mentre la fotografi ti dici questa lascia il segno».

Le foto senza veli «vennero dopo. Il produttore di un sito di viaggi aveva bisogno di immagini di ragazze in pose sensuali per pubblicizzare i suoi prodotti. Vide l’album di lei e rimase folgorato, tanto che la volle ingaggiare subito». Fu così che Ilary, che nel frattempo era volata a Londra per imparare l'inglese e mantenersi lavorando in un bar, «il produttore le offrì il biglietto del viaggio Londra-Roma e due milioni delle vecchie lire e lei accettò».

Ma non finsice qui: «All’inizio posava in biancheria intima o in vesti succinte, vedo non vedo. Era strepitosa. Il produttore del sito a un certo punto chiese di più. Volle osare con lei più scoperta». Ilary «non fece una piega dopo che le fu fatta un’offerta economica ottima, otto milioni di lire a servizio e la garanzia che non ci sarebbe mai stato un nudo integrale e volgare».

© RIPRODUZIONE RISERVATA