Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Maneskin, Giorgia Soleri a Storie Italiane: «Così è nato l'amore con Damiano, in Coraline c'è molto di me»

Martedì 17 Maggio 2022
Maneskin, Giorgia Soleri a Storie Italiane: «Così è nato l'amore con Damiano, in Coraline c'è molto di me»

Giorgia Soleri è nota al pubblico per il suo legame con Damiano David dei Maneskin e per la sua lotta contro la vulvodinia. Nello studio di Storie Italiane, da Eleonora Daniele, si è raccontata a tutto tondo presentando il libro di poesie intitolato La Signorina Nessuno. Il testo raccoglie i versi scritti per se stessa e per gli altri. Nel corso della puntata ha raccontato anche dell'amore per il suo fidanzato e di come è nato tutto.  

Giorgia Soleri ha presentato il suo libro e ha colto l'occasione per fare un appello al pubblico: «Ci tengo a ricordare che la battaglia per la vulvodinia deve andare avanti perché anche quando non se ne parla noi continuiamo a soffrire. Chiedo di tenere alta l'attenzione. Questa proposta di legge è solo l'inizio». La ragazza ha ricordato che questa patologia non è riconosciuta come tale e che molte donne sono costrette a soffrire in silenzio. «Il titolo La Signorina Nessuno nasce nel 2018 perché era un momento in cui avevo paura a esprimere ciò che provavo con il mio nome. Era il mio modo di nascondermi. Oggi sono Giorgia», ha aggiunto.  

Poi la conduttrice le ha mostrato uno scatto con la mamma, che ha sconfitto il tumore per ben tre volte: «Questa foto è bellissima. Le avevo regalato un corso per imparare a truccarsi... Mia mamma non si è mai truccata in vita sua, fare la chemio e perdere i capelli per alcune persone può essere doloroso e decisi di regalarle questo corso. Ce ne sono tante di poesie che non ho mai scritto per mia madre. I genitori si conoscono benissimo, ma non si conoscono mai davvero perché non sai quello che c'era prima».  

Video

Oggi Giorgia ha imparato ad amare se stessa e gli altri: «È  importante riuscire a stare da soli, ma lo è anche amare qualcuno e condividere gioie e dolori. Con Damiano ci conosciamo da quasi dieci anni, ma non eravamo ancora fidanzati. Siamo stati la cotta adolescenziale l'uno dell'altra e a un certo punto quando è stato il momento ci siamo uniti... La canzone Coraline me l'ha fatta sentire quando l'ha scritta in un audio su Whatsapp. Poi è cambiata e cresciuta. C'è molto di me in questa canzone». Infine, una battuta sull'infortunio del cantante dei Maneskin: «Damiano per non farsi male deve stare fermo».

Ultimo aggiornamento: 12:42 © RIPRODUZIONE RISERVATA