Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Eurovision, la gioia di Cattelan: «Grazie ai Maneskin si è chiuso un cerchio»

Domenica 15 Maggio 2022
Eurovision, la gioia di Cattelan: «Grazie ai Maneskin si è chiuso un cerchio»

All'inizio di Domenica In, in collegamento con Mara Venier, c'è Alessandro Cattelan. Il conduttore televisivo, che ha condotto l'Eurovision 2022 affiancato da Laura Pausini e Mika, è molto stanco ma ancora più soddisfatto.

 

Leggi anche > I trionfatori della Kalush Orchestra: «L'anno prossimo Eurovision in un'Ucraina nuova e integrata»

 

 

Nel corso dell'analisi dell'ultima edizione della kermesse musicale europea, si sottolinea come molti degli artisti in gara siano giovani e provenienti dai talent-show. Un fatto che accomuna i partecipanti di questa edizione e i Maneskin, che con la vittoria dello scorso anno hanno permesso all'Italia di ospitare l'Eurovision 2022 a Torino. Alessandro Cattelan, avendo condotto X Factor, è uno che conosce molto bene la giovane rock band romana, giunta in finale nell'edizione del 2017.

 

 

«Sono un po' stanco ma mi sono davvero divertito, c'erano tutti i presupposti per trovarmi perfettamente a mio agio nel contesto e per concedermi qualche momento di show» - spiega Alessandro Cattelan - «Ospitare i Maneskin è stato davvero bello, ricordo la prima volta in cui li ho visti: erano le audizioni di X Factor e già allora si capiva che avevano qualcosa in più rispetto agli altri. Se io ho condotto da quel palco, è merito loro e della loro ascesa proprio a partire da X Factor».

Ultimo aggiornamento: 16:10 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche
caricamento