Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

AURELIO DE LAURENTIIS

Christian De Sica: «Coi soldi di "Natale su Nilo" De Laurentiis comprò il Napoli. Poi mi sconsigliò i ruoli drammatici»

Lunedì 21 Marzo 2022
Christian De Sica.

Il suo volto è associato ai cinepanettoni che dagli Anni 80 accompagnano gli italiani nel rituale pagano delle vacanze di Natale, trascorse tra scappatelle e tradimenti. Eppure, se avesse potuto, Christian De Sica avrebbe interpretato più ruoli drammatici nella sua carriera.

Lo ha rivelato lo stesso attore in un’intervista rilasciata a Il Fatto Quotidiano, dove ha parlato, tra l'altro, della sua lunga collaborazione con il produttore Aurelio De Laurentiis. Christian avrebbe voluto cimentarsi anche in generi diversi rispetto alle commedie natalizie all'italiana, ma fu proprio il presidente del Napoli a scoraggiarlo, per puntare su film più redditizi.

«Purtroppo in questo Paese quando interpreti una volta il cowboy, poi tutta la vita avrai quella maschera, e così con me; con De Laurentiis firmavo contratti magari di cinque film, e di questi cinque solo tre dovevano essere “panettoni” […] Finito il terzo arrivava Aurelio accompagnato da un interrogativo retorico: ‘Perché vuoi girarne uno drammatico? Non incassiamo una lira’; e poi mi faceva un po’ terra bruciata con gli altri» ha confessato De Sica, svelando poi un retroscena clamoroso legato proprio ai cinepanettoni: «Sbancavano ai botteghini. Natale sul Nilo ha incassato 45 milioni di euro. De Laurentiis ci si è comprato il Napoli».

Figlio del grande Vittorio De Sica, Christian inizia la sua carriera sul piccolo schermo negli Anni 70 dopo avere tentato senza successo la carriera di cantante, ma è con la regia dei fratelli Vanzina e la spalla di Massimo Boldi che raggiunge il successo al botteghino. I due hanno fatto coppia fissa dal 1986 con 'Yuppies - I giovani di successo' fino al 2015, prima di separarsi e poi tornare a collaborare nel 2018 nel film 'Amici come prima'.

Christian De Sica ha espresso più volte il desiderio di potersi dedicare a film più impegnati e quasi a sorpresa sono arrivate due proposte sorprendenti per l'attore: «Adesso giro meno cinepanettoni e sono arrivate offerte che non credevo, come 'Comedians' di Salvatores o il prossimo di Virzì». A tutti gli affezionati della coppia Boldi-De Sica, l'attore ci tiene però a dire: «Per il prossimo anno stiamo pensando di ritornare. Qualche cosa troveremo, ci sto pensando. Se troviamo una cosa giusta, la rifacciamo». Insomma, il primo amore non si scorda mai.

Ultimo aggiornamento: 22 Marzo, 00:07 © RIPRODUZIONE RISERVATA