Daniel Craig, l'ultimo James Bond: «Uno 007 donna? Mai. Il ruolo è scritto per un uomo»

Martedì 21 Settembre 2021
Daniel Craig

Si avvicina la data di uscita di No Time To Die, il nuovo film con l’agente segreto 007 e Daniel Craig, il protagonista, ha scherzato sul fatto che è «più nudo delle donne» in questo nuovo capitolo di James Bond. L’attore, 53 anni, ha detto che appare nudo “quasi per tutto” il suo ultimo periodo come agente 007 e che gli ci è voluto un anno per mettersi in forma per la parte. 

Christian De Sica: «Ora rifaccio “Altrimenti ci arrabbiamo”, per la prima volta sarò un cattivo»

 

L'intervista


In un’intervista con Radio Times, Craig ha parlato del film, che uscirà il 30 settembre, e del perché pensa che un’attrice donna non dovrebbe sostituirlo come Bond, viste le voci che ultimamente vorrebbero una nuova versione al femminile di 007.
Ora sulla cinquantina, Daniel ha parlato di come ci sarebbero voluti tre mesi per allenarsi per le sue scene a torso nudo e quando ha affrontato Bond a 38 anni nel film Casino Royale del 2006, ha impiegato un anno di palestra. 

 

«Rimettermi in forma ora è stato molto più difficile rispetto a 15 anni fa. Allora, l’ho fatto in tre mesi, ma questa volta mi ci è voluto circa un anno», ha detto. Ma Daniel Craig era determinato a mantenere il suo fisico cesellato per No Time To Die, e quando gli è stato chiesto se ci saranno scene audaci con le sue Bond girls, ha scherzato: «Oh, sono nudo per la maggior parte del film». 

Craig: «Per le donne ci sono parti migliori»

Tornando sul Bond al femminile, l’attore ha insistito sul fatto che James Bond non dovrebbe essere interpretato da un’attrice perché il ruolo è espressamente scritto per un uomo e ognuno deve fare il suo: «Piuttosto che ingaggiarle in ruoli maschili, semplicemente dovrebbero esserci parti migliori per le donne». Il parere di Craig si unisce a quello di diverse star che hanno parlato contro il fatto che Bond sia interpretato da una donna, inclusa la produttrice del franchise Barbara Broccoli.
L’attore ha detto anche che l’aggiunta della creatrice di Fleabag, Phoebe Waller-Bridge al team di sceneggiatori era per “ravvivare il tutto”: «Ma lei era una fan di Bond, quindi non aveva intenzione di portarlo in una direzione diversa». 

Diverse attrici hanno sostenuto l’affermazione di Daniel secondo cui Bond dovrebbe essere interpretato da un attore maschio: tra queste la star di Die Another Day, Halle Berry, che ha dichiarato a Entertainment Tonight nel 2017: «Quella serie è ricca di storia... Non credo che si possa trasformare Bond in una donna». 
La produttrice Barbara ha affermato a Good Morning Britain nel 2019: «Dobbiamo fare film su donne e storie di donne, ma dobbiamo creare personaggi femminili e non trasformare un personaggio maschile in uno femminile».

La prima agente donna in No Time To Die

No Time To Die però vedrà l’introduzione della prima agente donna, interpretata da Lashana Lynch, ed è questo che ha fatto scattare l’ipotesi che il prossimo Bond possa essere interpretato da una donna. 
Intanto sono già in corso le scommesse su quale attore sostituirà daniel Craig, alla sua ultima apparizione nei panni di Bond: la star di Luther, Idris Elba, è uno dei favoriti dai fan, oltre a suscitare un acceso dibattito sull’ipotesi di un James Bond nero.

Video


Gli allibratori hanno anche riferito di aver scommesso pesantemente su Wolf Hall e la star di Homeland, Damian Lewis come il prossimo 007. Se scelto, quest’ultimo sarebbe il primo attore dai capelli rossi a interpretare il ruolo di spia. 
Altri possibili sostituti di Craig potrebbero essere Richard Madden, Tom Hiddleston, Henry Cavill, Michael Fassbender e Tom Hardy. 

Ultimo aggiornamento: 16:21 © RIPRODUZIONE RISERVATA