Discodays racconta Mogol, il rock tra mostre e memorabilia

Discodays, palapartenope
di Antonella Ambrosio

Ritorna, puntuale, tra gli appuntamenti dell'autunno la fiera Discodays diciannovesima edizione. 7 e 8 ottobre le date da segnare in agenda per gli appassionati del vinile, che come sempre durante la kermesse, quest'anno allestita al Palapartenope di via Barbagallo, troveranno anche numerose iniziative tra mostre, live, incontri, esposizioni.

Progetto importante "Mogol: musica e poesia" a cura di Daniele Sgherri. Giulio Rapetti, in arte Mogol, verrà raccontato attraverso la sua carriera artistica, ovvero un viaggio affascinante e interminabile nella storia della musica leggera italiana. Rock & Shots sarà invece la mostra di fotografia e memorabilia a cura di Henry Ruggeri, fotografo ufficiale di Virgin Radio e di numerose star internazionali (Ramones, Bruce Springsteen, Pearl Jam ecc). "Oltre alle stampe fotografiche, ha spiegato Ruggeri, saranno presenti memorabilia di ogni genere che hanno accompagnato la mia vita “on the road”.

Per memorabilia intendo autografi, pass, posters, scalette dei concerti". Spazio anche al Premio DiscoDays Giovani che andrà a Katres per  la rara sensibilità autoriale associata ad una voce morbida e ad una personalità forte e decisa, che ne determina il ritratto perfetto di un artista da tenere assolutamente in considerazione. La cantautrice di origine siciliana, ma napoletana di adozione, sta registrando l'album "Araba Fenice" di prossima uscita prodotto da Daniele Sinigallia ed edito da Giungla Disco. Ingresso alla kermesse 5 euro gratuito fino a 18 anni.
Mercoledì 20 Settembre 2017, 18:27 - Ultimo aggiornamento: 27 Settembre, 22:18
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP