Napoli torna a cantare, ​show sul sito del Mattino da domani

Lunedì 12 Aprile 2021 di Antonella Forni
Napoli torna a cantare, show sul sito del Mattino da domani

Il titolo, «Way out», trova un’immediata traduzione in italiano: «Ricominciamo», un po’ affermativo ed un po’ esortativo. Ovvero: «I musicisti napoletani per la ripartenza delle attività culturali in Campania». Tutto comincia con un’idea di Ennio Nicolucci, storico manager musicale della stagione del neapolitan power, al fianco di Pino Daniele e di Enzo Avitabile negli anni Ottanta, ma anche uomo chiave per il concerto dei Rolling Stones al San Paolo il 17 luglio 1982. Dopo un po’ di anni romani, Nicolucci ha ricominciato ad affacciarsi sulla scene newpolitane, ed oggi con questi nove live, fortemente voluti dalla Regione, contribuisce, sia pur come goccia nel mare ma di più è impossibile per chiunque, alla ripartenza di un settore sull’orlo della paralisi totale, gravemente penalizzato dalle chiusure per la pandemia.

«Ho messo insieme protagonisti storici della scena napoletana ed emergenti, ho affidato a Lino Pariota la direzione di una band fissa alle loro spalle e individuato nel JamesSession di Pozzuoli il palco adatto ai nostri miniconcerti. Tre pezzi ad artista, ripresi con professionalità ed attenzione al suono, introdotti da chi quei musicisti li conosce meglio di tutti, Federico Vacalebre».

Da giovedì 15, alle 10 di mattina, e poi ogni giovedì alla stessa ora, sul sito de «Il Mattino» approderanno le esibizioni, che permettono anche di dare uno sguardo alla vitalità della scena partenopea. Perché se si inizia dopodomani con il signore delle percussioni, Tony Esposito, si prosegue poi in un’altalena di generazioni che passa da Lino Vairetti degli Osanna, storica progressive band degli anni Settanta (in scaletta per lui anche «Lucky man» degli Emerson, Lake e Palmer) alle nuove generazioni rappresentate da Roberto Colella (La Maschera) e da Sara Tramma (alle prese con due suoi brani più una rilettura di «Quando»). 

Importante il contributo di Dario Sansone dei Foja (attesi in settimana con importanti novità discografiche) che non manca di cantare l’arte maradoniana con «’A mano ‘e D10s», Monica Sarnelli (con un triplice omaggio: a Pino Daniele, a Enzo Gragnaniello, a Franco Del Prete), la sensuale M’Barka Ben Taleb (con, tra l’altro, «Altocalore», ponte gettato tra il Maghreb e la Campania), le Ebbanesis (che rileggono alla loro maniera «Miez’‘o grano» e la «Rumba d’ scugnizze» prima di un tributo a Lucio Dalla con «Accort’‘o lupo», la coppia figlio e nipote d’arte formata da Fabrizio ed Aurelio junior Fierro.

CantaNapoli, Napoli che resiste, a cui «Il Mattino» dà voce, come, successivamente, farà anche Canale 9, rilanciando i live, anche dividendoli in singoli videoclip. «Ricominciamo», ricorda Nicolucci, «e non solo con chi canta, ma anche con chi suona - Pippo Matino al basso, Carlo Fimiani alla chitarra e Claudio Romano alla batteria oltre a Pariota - e con i fonici, e con i tecnici luci, e con i cameramen e con tutta la squadra di Canale 9 diretta da Enzo Coppola. Aspettando il momento di ricominciare davvero, con il pubblico in carne ed ossa sotto il palco».

 

Video

 

Ultimo aggiornamento: 14 Aprile, 21:44 © RIPRODUZIONE RISERVATA