“Your voice inside my head” l'ultimo singolo di Nicole Kazmerski: «Ho sconfitto il Covid e canto l’amore per mia mamma!»

Sabato 6 Novembre 2021
“Your voice inside my head” l'ultimo singolo di Nicole Kazmerski: «Ho sconfitto il Covid e canto l’amore per mia mamma!»

Nicole Kazmerski, 31 anni, cantautrice italo-americana, di professione insegnante di inglese a Napoli. La giovane artista presenta “Your voice inside my head”, il primo singolo ufficiale pubblicato con l’etichetta indiependente Suono Libero Music. Una dedica alla madre, assunta “Susie” Esposito, 60 anni deceduta nel 2018. La storia di Susie è quella di tanti emigranti che lasciano la terra d’origine per amore. Nata a Napoli ma vissuta in Michigan, sposando papà Robert, ex militare della “Us Navy” che oggi ha una sua autofficina in America.

«Questa canzone è nata dall’esigenza di attraversare il dolore e raccontare ciò che sentivo. La perdita di mamma è stata una cosa improvvisa, diciassette giorni prima del mio compleanno. Tra di noi c’era un legame che va ben oltre quello di madre e figlia, era la mia migliore amica. Mamma aveva quasi quarant’anni quando ha lasciato l’Italia ma più che italiana si sentiva napoletana, tanto è vero che non ha mai accettato la cittadinanza americana ed aveva la cosiddetta “Green Card”. Questa napoletanità la potevi trovare nel suo ristorante “Mamma mia-real italian food” dove lei riusciva a ricreare un ambiente familiare tipicamente partenopeo occupandosi sia della cucina che della selezione musicale, esclusivamente made in Naples», racconta la cantautrice Nicole Kazmerski.

Particolare il suo cognome che deriva dai bisnonni paterni polacchi emigrati negli Usa nei primi del ‘900. Durante la pandemia Nicole ha contratto il covid-19, per ben due volte in tre mesi. Malattia che è riuscita fortunatamente a sconfiggere: «Il mio lavoro di insegnante a contatto stretto con i bambini mi espone a questi rischi ma, anche in quei momenti dolorosi, ho sentito forte la presenza di mamma».

Il brano scritto e composto dalla cantautrice italiano-americana, è arrangiato e prodotto da Nando Misuraca. Il videoclip, con regia di Claudio D’Avascio, è concepito come un mini-film e ci sono oggetti di vita quotidiana di Susie, ma anche un simbolo a cui l’artista è legatissima, un ciondolo con due elefanti, mamma e figlio, che vuole rappresentare una metafora con ciò che succede in natura: «Nel regno animale, un elefantino non si separa mai dalla mamma, anche in età adulta, e le cammina sempre affianco, fino alla sua scomparsa terrena», ha spiegato l'artista. Proprio ciò che è successo nella vita di Nicole dopo la perdita della madre: «Di una cosa sono sicura che, come dice il titolo della canzone, la sua voce è sempre nella mia testa e gli insegnamenti che mi ha dato sono la strada che seguo quotidianamente».

© RIPRODUZIONE RISERVATA