Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Giovanni Allevi a Oggi è un altro giorno, l'aneddoto: «Il mio primo concerto in un teatro vuoto e la notte in stazione»

Martedì 5 Aprile 2022
Giovanni Allevi a Oggi è un altro giorno, l'aneddoto: «Il mio primo concerto in un teatro vuoto e la notte in stazione»

Giovanni Allevi è ospite di Serena Bortone a Oggi è un altro giorno e si esibisce al pianoforte intrattenendo il pubblico. Spazio anche a qualche aneddoto divertente: «Ricordo il mio primo concerto a Napoli. C'erano cinque persone, ma io suonai ugualmente e capii che la musica è un fuoco e che basta il calore di poche persone per andare avanti».

Video

Il musicista e compositore ricorda anche che avevano dimenticato di prenotargli una camera d'albergo e fu costretto a dormire in stazione. Tanti anni dopo sempre a Napoli lo hanno accolto migliaia di persone e di ammiratori. Un racconto che Allevi accompagna con le esibizioni. 

«Quello che voglio trasmettere è la grazia della musica che porta al silenzio», aggiunge parlando con la conduttrice Serena Bortone. Insieme a lei e agli altri ospiti in studio c'è anche Nino D'Angelo, che grazie alla musica ha avuto il suo riscatto sociale.  

Ultimo aggiornamento: 16:23 © RIPRODUZIONE RISERVATA