Jovanotti a Domenica In, Mara Venier hot: «Quel fischio è erotico...». Cos'è successo in diretta

Domenica 10 Aprile 2022
Jovanotti a Domenica In, Mara Venier: «Quel fischio è erotico...»

Jovanotti ospite di Mara Venier a Domenica In: «Quest'anno compio 40 anni di carriera, mi piace segnare come data quella in cui l'Italia vinse i Mondiali. In quell'estate, con il mio primissimo compenso, ci comprai la marmitta del motorino».

 

Leggi anche > Isola 2022, il fratello di Silvano Michetti: «Ma quale bestemmia, ha detto 'santo Dio'». E diffida il reality

 

«Mi sa che è la prima volta che ci incontriamo dal vivo», spiega Jovanotti a Mara Venier. La memoria del cantautore viene però smentita da due filmati di oltre 30 anni fa e Jovanotti aggiunge: «Ma pensa tu... tendo a rimuovere molti ricordi». Jovanotti, al secolo Lorenzo Cherubini, è cresciuto a Roma, dove il padre lavorava in Vaticano. «Abitavamo in via di Porta Cavalleggeri, una zona bellissima, ma molto diversa da oggi. A Monte del Gallo c'erano ancora i pastori con le pecore...», racconta il cantautore, che ricorda l'importanza della musica in ogni suo aspetto sin dall'infanzia. Come quando riusciva a rallegrare gli altri, semplicemente fischiando. A quel punto, Mara Venier fa fischiare Jovanotti nel microfono e inizia a scherzare: «Quel fischio è erotico...». Jovanotti replica così: «Ci sono fischi e fischi, alcuni non sono opportuni». E la conduttrice scherza ancora: «Alla mia età, se mi fischiano per strada, mi giro e dico: "Andiamoci a prendere un caffè!"».

 

Si parla poi dei lunghi viaggi, in bicicletta, in giro per il mondo, come in Iran o in Sud America. Proprio in un giro tra Cile e Argentina, Jovanotti ha raccontato di aver incontrato un uomo molto simile a suo padre: «Mi piace pensare che lui adesso sia in Cile, a gestire un alberghetto. Lui aveva sempre sognato di vivere in Sud America, era un uomo molto simpatico ma molto complicato per i figli: era severo e burbero, non aveva avuto una vita facile ed era molto contrario alle mie aspirazioni artistiche». Tutto il contrario della mamma, «che mi ha sempre sostenuto, con ogni mezzo». Quando poi viene mostrata una foto della mamma di Jovanotti, il cantautore nota una fortissima somiglianza con la figlia Teresa. Di cui lui dice: «Fa la disegnatrice, ha sempre avuto talento, l'ho sempre pensato. E nell'affrontare la malattia ha dimostrato una forza strepitosa, sono contento di come ha reagito. La vita è difficile per tutti e ognuno ha il suo modo di reagire. Ora sta bene, vive a New York, fa piccoli lavori su commissione. Ognuno è il papà che riesce ad essere, non sono geloso né possessivo, mia figlia oggi è grande, ha 23 anni anche se per me ne avrà sempre tre. Una ragazza straordinaria, anche con i suoi difetti: ha un bel caratterino, quando si impunta su una cosa non la smuovi mai».

 

Ultimo aggiornamento: 12 Aprile, 09:37 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche
caricamento