Federscherma Campania,
annullate le prove regionali di spada

Giovedì 6 Gennaio 2022 di Diego Scarpitti
tricolore

Prudenza e saggezza. Prima la salute, poi lo sport. Mentre il mondo del calcio balbetta e tergiversa, dimostrando ancora una volta di temporeggiare senza motivo, rugby, pallavolo e scherma giocano d’anticipo e decidono di prevenire e di fermarsi nell’interesse di atleti, società e famiglie. La Fis ha annullato le gare della seconda prova regionale Cadetti e Giovani, previste in programma sabato 22 e domenica 23 gennaio. Bisogna fare i conti con la recrudescenza del Coronavirus e con la crescita esponenziale dei contagi.

«Questa sospensione forzata dell'attività agonistica regionale mi preoccupa e mi dispiace molto», dichiara Aldo Cuomo, presidente Federscherma Campania. «Il primo stop lo abbiamo voluto noi presidenti regionali, che in un lungo e animato incontro online abbiamo deciso all'unanimità di sospendere le gare di questo fine settimana, che avrebbero dovuto avere i Giovanissimi protagonisti in pedana», ammette Cuomo.

Prevalgono buonsenso e assennatezza, come richie il momento. «Abbiamo ritenuto che, sia pure con il rispetto dei rigidi protocolli che la Federazione giustamente ci impone, i rischi di una manifestazione che avrebbe visto riuniti centinaia di Giovanissimi atleti under 14, dove almeno il 50% non è vaccinato in considerazione dell'età, erano troppo alti». Adottate scelte ponderate nell’interesse della collettività. «Il dispiacere maggiore è dovuto principalmente al fatto che dopo molti anni eravamo riusciti a portare una gara a Benevento, grazie allo straordinario lavoro organizzativo di Dino Meglio e Francesca Boscarelli. E ora non sappiamo se l'occasione si potrà ripetere», osserva Cuomo.

«Alla cancellazione delle gare regionali su tutto il territorio nazionale su iniziativa dei Comitati ha fatto eco la Federazione, cancellando anche le prove degli under 20 e under 17 in programma il 22 e 23 gennaio. La Federscherma è sempre stata molto attenta alla salute degli atleti con protocolli rigidissimi e queste decisioni confermano la sensibilità e le preoccupazioni di tutti noi, che siamo chiamati a prendere decisioni impegnative, talvolta impopolari», argomenta Cuomo. «Tuttavia abbiamo notato con piacere che la maggior parte delle società ha approvato la scelta di responsabilità e questo mi rincuora. Il prossimo appuntamento per la zona Sud è a Terni con la seconda prova nazionale Cadetti di sciabola e fioretto e a Montesilvano dal 27 al 30 gennaio con la prova zonale di spada», conclude fiducioso il presidente Cuomo.

Le restrizioni impongono cautela e la sospensione momentanea delle attività sportive appare l’unica soluzione possibile. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA