ISL, Pellegrini show alla Scandone:
chiude al secondo posto nei 200 m

Domenica 5 Settembre 2021 di Diego Scarpitti
Alessandro Sibilio e Federica Pellegrini

Delizia sempre e stupisce ancora. Chiude al secondo posto nei 200 metri stile libero alle spalle dell’australiana Madison Wilson (Los Angeles Current) ma gli applausi e i selfie sono tutti per Federica Pellegrini. Sospinta da un tifoso d'eccezione. Mascherina azzurra logata Italia. Maglia bianca e pantaloncini. Seduto accanto al tecnico Gianpaolo Ciappa (Atletica Riccardi Milano 1946), nella stessa fila del candidato a sindaco di Napoli, Gaetano Manfredi, vicino all’ex assessore allo sport, Ciro Borriello. Si gode, estasiato, lo spettacolo dell’International Swimming League e il gioco di luci. Gusta lo show clorato e ne apprezza il format originale. Alessandro Sibilio si concede una domenica all’insegna del grande nuoto alla Scandone

 

«Federica Pellegrini è un idolo, la ricordo quando andai a vedere la prima gara di nuoto al Mondiale di Roma 2009. Ero all’epoca in tribuna, come stasera», osserva il posillipino classe 1999, re d’Europa, primatista e finalista alle Olimpiadi nipponiche. «Ho visto Fede a Tokyo ma è decisamente una grandissima emozione rivederla qui a Napoli», ammette l’atleta delle Fiamme Gialle frantuma record. Immancabile la foto di rito con la Divina, complice Marco Aloi, responsabile della tappa napoletana di ISL nella seconda vasca di Fuorigrotta.

Video

E poi lo scatto imperdibile con il «signore di Tokyo», lo statunitense Caeleb Dressel: cinque medaglie d’oro conquistate all’ombra del monte Fuji e i cinque cerchi tatuati sul braccio destro. «Caeleb un altro mito. L’ho seguito in Giappone soltanto in tv, ma l’avrei voluto vedere di persona all’Aquatics Centre. Stasera è stata tutta un’altra emozione», riferisce entusiasta Sibilio. «Bellissimo davvero ammirare tanti campioni contemporaneamente», argomenta Alessandro.

Aqua Centurions versus Cali Condors confronto avvincente. «Scandone fantastica. Napoli si è arricchita in materia di impiantistica con le Universiadi 2019. Speriamo di preservare le strutture sportive il più a lungo possibile», auspica il velocista napoletano. L’asta del Fantacalcio chiama, impossibile arrivare tardi. 

Ultimo aggiornamento: 6 Settembre, 05:55 © RIPRODUZIONE RISERVATA