Tänak su Hyundai vince il Rally
dell'Artico: in testa dall'inizio alla fine

Domenica 28 Febbraio 2021 di Mattia Eccheli
La Hyundai i20 WRC di Tanak

ROVANIEMI – Il World Rally Championship (Wrc) ha ritrovato uno dei suoi campioni, ma potrebbe incoronarne uno nuovo. Ott Tänak ha vinto la prova dell'Artico che si è disputata in Finlandia: al volante della Hyundai i20 Coupé l'estone è stato in testa dal primo all'ultimo stage tornando al successo a sei mesi distanza dall'ultima volta. Ma in testa alla classifica provvisoria del mondiale si è insediato l'ancora ventenne Kalle Rovanperä: con la Toyota Yaris era già stato quarto a Monte Carlo in gennaio e nel circolo polare è arrivato secondo.

Tänak ha riscattato il “difficile” esordio della prova inaugurale con un'affermazione praticamente mai in discussione, anche se alla fine il margine su Kalle Rovanperä è stato di “appena” 17,5'', ossia sette secondi in meno rispetto a sabato sera. Ma l'estone ha cercato soprattutto di amministrare il vantaggio per non compromettere il risultato finale, conquistando anche due punti nel power stage conclusivo vinto dal finnico con tre decimi di margine su Craig Breen (i20 Coupé).

La scuderia coreana ha piazzato quattro auto fra le prime sette: Thierry Neuville ha chiuso in terza posizione, non riuscendo a chiudere lo strappo da Rovanperä, al quale ha reso 2,3'' (alla vigilia delle due cronometrate di oggi erano 1,8''). Per il belga si tratta del secondo terzo posto di fila (tra l'altro conquistato con il nuovo navigatore Martijn Wydaeghe) e del quarto podio nelle ultime cinque gare. La terza i20 coupè, quella di Breen, si è classificata quarta a 52,6'' da Tänak e la quarta, pilotata dal sorprendente svedese figlio e parente d'arte, Oliver Solberg, ha chiuso in settima posizione, cedendo la sesta proprio nell'ultima frazione nel corso della quale è andato in testa-coda.

In quinta e sesta posizione le due Yaris di Elfyn Evans e del sempre più “maturo” giapponese Katsuta Takamoto, che ha preceduto Solberg di un secondo e due decimi. Nella Top 10 anche le Ford Fiesta di Teemu Suninen (ottavo a 2:09) e Gus Greensmith (nono a 3:39.4). Con la Volkswagen Polo Gti Rs Esapekka Lappi ha chiuso decimo e primo del Wrc2 davanti ad Andreas Mikkelsen con la Skoda Fabia Evo. Sébastien Ogier (Toyota Yaris) ha mosso la classifica grazie al quinto posto nel Power Stage, ma è arrivato ventesimo. Lorenzo Bertelli (Ford Fiesta) ha archiviato il suo rientro nel mondiale di Rally a 1:02.53.9 dalla vetta con un dodicesimo posto come miglior piazzamento parziale.

Nella classifica iridata individuale provvisoria alle spalle di Rovanperä (39) c'è Neuville (35). I due battistrada sono tallonato a quota 31 da Ogier e Evans, mentre Tänak è quinto a 27. Poi un'altra coppia: Breen e Katsuta a 16. Il team Toyota Gazoo guida la graduatoria a squadre con 88 punti, 11 in più della Hyundai. La Ford M-Sport è terza a 24, appena due lunghezze più della Hyundai 2C Competition. La terza tappa è in calendario fra due mesi (22-25 aprile) in Croazia.

Ultimo aggiornamento: 2 Marzo, 13:54 © RIPRODUZIONE RISERVATA