Terzo round tra Scafati e Piacenza,
Monaldi: «Pronti ad un match duro»

Mercoledì 25 Maggio 2022 di Stefano Prestisimone
Terzo round tra Scafati e Piacenza, Monaldi: «Pronti ad un match duro»

Dopo il 2-0, ora la sfida al meglio delle 5 gare nella semifinale playoff  di A2 tra Scafati e Piacenza si sposta in Emilia. Domani alle 20,45 dinanzi alle telecamere di Mediasport Group si giocherà gara-tre, la sfida che potrebbe costituire il passaporto per i campani verso una storica finale. La prima occasione è proprio gara tre in programma al PalaBanca. Dopo le fatiche dei primi due match, i gialloblù stanno ricaricando le batterie, ma anche mettendo in ordine il lavoro da svolgere per contenere un avversario che al PalaMangano si è destreggiato con autorevolezza e carattere.  I ragazzi di coach Salieri, consci del lavoro più che soddisfacente svolto in terra campana, cercheranno di allungare la serie a gara quattro e ad aggiudicarsi gara tre ripartendo da quanto di buono è stato già mostrato, con l’auspicio di poter disporre anche del playmaker Cesana, costretto finora a guardare i compagni dalla tribuna per un problema muscolare. Il capo allenatore Alessandro Rossi: «La trasferta porta con sé la difficoltà di dover metabolizzare il lungo viaggio, oltre a smaltire le scorie delle fatiche delle prime due partite. Mi aspetto di trovare una squadra che cercherà di allungare la serie, che ha già dimostrato a Scafati di avere carattere e qualità importanti. Sarà di sicuro una grande battaglia sportiva. Rispetto a gara due, abbiamo delle correzioni da apportare sia in attacco che in difesa e ci stiamo lavorando. Al di là di ciò, siamo consapevoli che ci attende una gara intensa: per vincere dovremo soprattutto superare o quanto meno pareggiare l’intensità di Piacenza». Il playmaker Diego Monaldi: «Gara tre sarà una gara differente rispetto alle precedenti, innanzitutto perché il fattore campo sarà ad appannaggio dei nostri avversari. In casa, nelle prime due gare, abbiamo avuto il supporto fondamentale dei nostri tifosi e, ciononostante, Piacenza ha sfoderato delle prestazioni di gran carattere, mettendoci in difficoltà. Giocando in casa, ora gli emiliani avranno una spinta in più. Noi dovremo disputare una gara solida, restando concentrati per 40 minuti e continuando a seguire le linee guida del lavoro fin qui svolto. Sarà sicuramente una sfida intensa»

© RIPRODUZIONE RISERVATA