Messi è il sogno di tutti,
ma a Stoccarda fanno sul serio

Martedì 1 Settembre 2020 di Romolo Buffoni
E' Lionel Messi il sogno mostrosuamente proibito di questa strana estate calcistica. L'argentino ha chiesto il divorzio al Barcellona e sembra non abbia nessuna voglia di tornare sui suoi passi. Lo stesso club blaugrana, però, non ha la minima intenzione di lasciare andare i sei volte Pallone d'Oro e più grande giocatore ad aver mai indossato la maglia del club catalano: chi lo vuole paghi i 700 milioni di euro della clausola rescissoria.
Una cifra enorme, tre volte superiore allo sproposito sganciato due anni fa dal Psg per strappare Neymar prioprio al Barça. Nemmeno gli sceicchi del Manchester City (i più accreditati ad accogliere Messi nel caso lasciasse davvero il Camp Nou) possono permettersi un simile esborso. Ma c'è chi non demorde. E non possono essere che un gruppo di tifosi, gli ultimi sognatori di questo calcio-industria dove si parla di centinaia di milioni di euro come fossero noccioline.
I tifosi dello Stoccarda, reduci da una stagione straziante che li ha costretti al play-off salvezza per rimanere in Bundesliga, fanno sul serio e vogliono provare a regalarsi Messi. Come? Aprendo una sottoscrizione online su GoFundMe: «Noi tifosi dello Stoccarda - si legge le portale di raccolta fondi - stiamo raccogliendo denaro per pagare il trasferimento di Lionel Messi ed eventualmente contribuire all'ingaggio (anche qui non si parla di noccioline ma di una cinquantina di milioni l'anno, ndr)». Chissà se la determinazione teutonica riuscirà nell'impresa. Ma che ne sarà del denaro raccolto se Messi dovesse accordarsi con un altro club o restare al Barça? Niente paura, gli ultrà biancorossi non rimarrebbero a piedi non fosse altro perché concittadini della Mercedes... «Nel caso in cui l'importo previsto non venga raggiunto in tempo o Lionel Messi si unisca a un altro club - si legge sulla pagina GoFoundMe -, il 100% del denaro raccolto sarà donato a Viva con Agua. che è un'organizzazione senza scopo di lucro impegnata a garantire che tutte le persone in tutto il mondo abbiano accesso all'acqua potabile pulita». In caso di fallimento, quindi, una bella bevuta di acqua pura per poi passare a un rigenerante boccale di birra quando, in campo, tornerà lo Stoccarda senza Messi. Ultimo aggiornamento: 18:28 © RIPRODUZIONE RISERVATA