Napoli femminile, esonerato
il tecnico Alessandro Pistolesi

Lunedì 15 Novembre 2021 di Diego Scarpitti
Alessandro Pistolesi

«E’ stato un piacere enorme guidare il Napoli femminile». Saluta così l’allenatore Alessandro Pistolesi, sollevato dal suo incarico. Al tecnico toscano, che ha legato il suo nome alla salvezza di capitan Paola Di Marino e compagne (conquistata il 22 maggio 2021), va «il sentito ringraziamento» del club presieduto da Lello Carlino «per il lavoro svolto in questi undici mesi sulla panchina azzurra».

Sull’esonero hanno inciso la classifica deficitaria (soltanto 7 punti in 9 giornate) e i mancati risultati in campionato (soltanto 2 vittorie e 1 pareggio). Gol con il contagocce: soltanto 2 a bersaglio (nella sconfitta con la Roma e nella vittoria di misura con la Fiorentina), fatta eccezione per la rocambolesca gara (3-4) con la Lazio, fanalino di coda.

«Siamo ai titoli di coda. Termina la mia avventura sulla panchina del Napoli. Mai avrei immaginato che avrei vissuto una esperienza così grande, così intensa, così forte, perché mai avrei pensato di guidare la squadra della città dove il calcio è religione, è magia, è vita intensa», scrive Pistolesi sulla sua pagina Facebook. «Ho imparato che Napoli è calciocentrica, ovvero tutto gira intorno a quel pallone che rotola. Ho imparato a conoscere ed amare gli eccessi, la passione, l'amore che ogni angolo di questa città ti fa respirare», prosegue. «Mi mancherà tutto ma soprattutto mi mancheranno quei 30 passi di fianco al volto dipinto del D10S con «O’ surdato ‘nnammurato» in sottofondo. Dovrei ringraziare un milione di persone, che racchiudo in un unico abbraccio, che rivolgo al presidente Lello Carlino».

Complice il recente arrivo all’ombra del Vesuvio del nuovo direttore generale Marco Zwingauer (al posto del dimissionario Nicola Crisano), le indiscrezioni indicherebbero in Giulia Domenichetti il successore di Pistolesi. Trascorsi significativi nel calcio a 11 (Torres) e nel calcio a 5 (Falconara e Montesilvano) per la plurititolata anconetana classe 1984, che ha vestito la maglia azzurra della Nazionale e dell’Italfutsal. «Ho avuto il piacere di allenarla: con Giulia in squadra uno scudetto e due Supercoppe. Insieme abbiamo raggiunto i quarti di Champions League per ben due volte», spiega Emanuela Tesse. «Ha una mentalità vincente e sono molto contenta del suo incarico», conclude Tesse, artefice della promozione del Pomigliano in serie A, già collaboratrice tecnica di Carolina Morace nel Canada femminile.

Ex tecnico della Florentia San Gimignano, Domenichetti dovrebbe guidare il Napoli femminile in coppia con Roberto Castorina, che ha condotto la Primavera neroverde alle Final Eight.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA