Napoli femminile, si valuta il ricorso
contro lo 0-3 a tavolino

Giovedì 8 Ottobre 2020 di Diego Scarpitti
Giuseppe Marino

Guanti e mascherina. In tenuta nera e in panchina. Regolarmente al suo posto il medico sociale Felice Sirico durante la sfida tra Napoli femminile e Inter allo stadio Caduti di Brema a Barra. Un aspetto che il club presieduto da Lello Carlino tiene a  precisare, a seguito della decisione del giudice sportivo di comminare a tavolino lo 0-3 in favore delle nerazzurre. Ampiamente documentata dalle immagini televisive e dunque facilmente riscontrabile la presenza del medico sociale, che ha svolto tutte le funzioni di sua competenza secondo il protocollo vigente.

Errore tecnico, dunque, nella compilazione della distinta il non inserimento del dottore, così come l’aver inserito nella medesima distinta soltanto 10 giocatrici italiane e non 11 come previsto.

La palla passa ora ai legali e la società azzurra sta valutando la possibilità di presentare ricorso avverso la decisione del giudice sportivo. Alla sconfitta a tavolino (0-3), che annulla il pareggio conseguito sul campo (1-1 grazie alla marcatura della svedese Hjohlman, primo gol in campionato), si aggiunge un’ammenda di 3 mila euro e la sospensione della dirigente accompagnatrice Sara Sibilio fino al 7 dicembre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA