Olimpiadi, abbattuto Jet Set:
il cavallo svizzero infortunato

Lunedì 2 Agosto 2021 di Remo Sabatini
Robin Godel insieme a Jet Set a Tokyo (immag pubbl da Robin.Godel su Instagram)

«A causa della gravità dell'infortunio e del dolore provocato, al cavallo è stata praticata l'eutanasia». Queste, le parole affidate ad uno scarno comunicato, con le quali il Comitato Olimpico Svizzero ha reso nota la fine di Jet Set, il cavallo in gara alle Olimpiadi di Tokyo, montato da Robin Godel. Il povero animale, si era infortunato nel corso del percorso di cross durante l'evento a squadre, dove aveva subito una bruttissima caduta alla fine del Sea Forest Cross Country, sul secondo ostacolo. Contrariamente al Godel, che si era rialzato senza riportare danni, il cavallo era apparso subito in gravi condizioni, riportando, come successivamente diagnosticato, «la rottura irreparabile del legamento dell'arto inferiore destro, appena sopra lo zoccolo».  

 

Così, vista la gravità delle ferite, i proprietari e lo stesso Godel, hanno deciso di sopprimerlo. Cosa che è avvenuta ieri, cui seguirà, come dettato dal Regolamento Veterinario FEI, l'autopsia. Sulla difficile decisione che ha steso un velo di tristezza sulla intera competizione olimpica, è voluto intervenire lo stesso Godel che, sulla propria pagina social, ha commentato: «È con il cuore a pezzi che annuncio la morte prematura del mio caro Jet Set. Il grave infortunio ci ha costretti a lasciarlo andare». E poi: «Jet era un cavallo straordinario. Spero capirete la mia assenza dai social per i prossimi giorni». Jet Set aveva 14 anni

© RIPRODUZIONE RISERVATA