Canottieri Napoli-Latina,
la carica di Gianluca Cappuccio

Alle 18 la gara alla Scandone

Gianluca Cappuccio, portiere della Canottieri
Gianluca Cappuccio, portiere della Canottieri
di Diego Scarpitti
Venerdì 11 Novembre 2022, 23:45 - Ultimo agg. 23:50
2 Minuti di Lettura

Dopo gli azzurri di Luciano Spalletti al Maradona, la Canottieri Napoli alla Scandone (ore 18). Il portiere Gianluca Cappuccio presenta la sfida con il Latina. «Sarà una gara complicata. Siamo alla ricerca di un gioco fluido, che ha contraddistinto la parte finale della scorsa stagione, quando siamo arrivati ai playoff con una manovra ben definita».

Il tecnico Enzo Massa si affida alle mani operose dell’estremo difensore classe 1992. «A Pescara non abbiamo espresso il nostro solito gioco. In Abruzzo erano assenti Stefano Mauro e Daniele Cerchiara. Probabilmente recupereremo Mauro, che indosserà la maschera di protezione proprio come quella di Victor Osimhen (entrambi sono stati operati dal dottor Gianpaolo Tartaro). Mancherà, invece, il nostro primo marcatore».

 

Si rivede a Fuorigrotta un volto noto. «Avversario di turno l’ex (georgiano e juventino) Fabio Baraldi», folgorato di recente sulla via di Partenope dalla classe del «suo» connazionale Khvicha Kvaratskhelia e convertito alla Grande Bellezza all'ombra del Vesuvio. Da tenere d’occhio, dunque, il colosso di Carpi, sempre centroboa d’esperienza.

«Siamo pronti ad affrontare chiunque, daremo sempre il massimo, desiderosi di ben figurare nella prima uscita stagionale alla Scandone», avverte fiducioso Cappuccio, una garanzia tra i pali. «Nella scorsa regular season con il Latina fu uno dei pochi match che perdemmo, quindi proveremo a non ripetere lo stesso errore. Siamo in cerca di riscatto», conclude Cappuccio (nelle foto di Gianluca Madonna).

© RIPRODUZIONE RISERVATA