Juve Stabia, silenzio stampa e ritiro:
con l'Entella è gara da dentro o fuori

Domenica 5 Luglio 2020 di Gaetano D'Onofrio
Quattro sconfitte, otto reti incassate, zero punti in classifica. Quattro giornate per depauperare un patrimonio costruito nel corso del campionato, per rimettere in discussione, e seriamente, il discorso salvezza. Ha scelto il silenzio, ed il ritiro, la Juve Stabia, alla vigilia della sfida di venerdì sera (18.45 al Menti in diretta su RaiSport) contro la Virtus Entella. Una sfida che, con la zona play-out ormai acquisita, ed il fiatone del Trapani distante ora solo quattro lunghezze, diventa sul serio questione di vita o di morte. Un mini torneo di dieci gare in cui sarebbe stato necessario sbagliare il meno possibile, la formazione di Caserta ha sbagliato anche l’impossibile, perdendo i due derby con Benevento e Salernitana, disputati quasi per intero con l’uomo in più. Una difesa in cui cambiano i protagonisti, ma non gli orrori, un attacco che non riesce a reggere l’impatto con gli avversari di turno, urge la svolta, bisogna ripartire, ma sul serio, per sognare ancora di restare in serie B. Silenzio stampa e ritiro, i tifosi mugugnano, ma per ora soprattutto sui social, dove in tanti chiedono la testa di Polito e Caserta. I prossimi dieci giorni sono già decisivi. Dopo l’Entella, venerdì, lunedì sera la trasferta di Frosinone, ed ancora al Menti col Chievo (il 17 luglio). La sensazione è che non ci saranno più appelli… © RIPRODUZIONE RISERVATA