Juve Stabia-Bisceglie, sfida a distanza
tra Padalino e Bucaro, pupilli di Zeman

Sabato 31 Ottobre 2020 di Gaetano D'Onofrio

Dimenticata la delusione per una sconfitta immeritata a Teramo, la Juve Stabia si prepara a ricevere, domani alle 15, la visita del Bisceglie al Romeo Menti. Padalino prova a frenare gli entusiasmi delle ultime settimane, cerca di essere pragmatico, ma anche convinto del valore della sua squadra: «Non facciamo drammi – queste le sue parole -, siamo all’inizio del campionato e possiamo giocarcela senza problemi contro tutti. In fondo nessuno ci ha detto di lottare per il primato. Sono convinto che questa squadra saprà essere protagonista e divertire i tifosi fino alla fine».

Col Bisceglie la sfida a distanza tra i protagonisti di “Zemanlandia”, a Foggia, negli anni ’90. Padalino da una parte, Bucaro dall’altra, una sfida che promette scintille: «Siamo amici di vecchia data, sta facendo benissimo con i pugliesi. Noi, però, tornando al Menti, abbiamo l’obbligo di puntare all’intera posta in palio. Abbiamo finalmente potuto godere di una settimana senza turni infrasettimanali, speriamo di riprendere il cammino interrotto a Teramo».

Qualche dubbio per Fantacci, autentica rivelazione di questo avvio di campionato, recupera Berardocco, mentre restano in infermeria i vari Bentivegna, Golfo, Cernigoi, Russo e Lia: «Abbiamo una buona rosa, con tante alternative. Siamo in venti, ed ho comunque la possibilità di scegliere chi può dare maggiori garanzie in questo momento. Abbiamo lavorato bene in questi giorni, sono fiducioso. Dispiace, ovviamente, da inizio campionato non aver mai avuto tutta la rosa a disposizione, ma ci sarà tempo e spazio per tutti. Bisceglie è un altro banco di prova per verificare il valore di questo gruppo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA