Juve Stabia-Turris è già iniziata:
al Menti la guerra degli striscioni

Sabato 13 Marzo 2021 di Gaetano D'Onofrio
Juve Stabia-Turris è già iniziata: al Menti la guerra degli striscioni

Che non sia un derby come tutti gli altri lo si sapeva. Anche senza spettatori, anche senza pubblico sugli spalti, Juve Stabia-Turris sembra già iniziata da giorni. Nelle ultime ore una botta e risposta a suon di striscioni tra le opposte tifoserie ha già acceso gli animi in vista della sfida di domani al Menti.

Un primo slogan della curva Sud era apparto nella curva dello stadio stabiese, a cui è giunta, nella serata di ieri la risposta degli ultras corallini che hanno esposto il loro striscione addirittura dietro la curva ospiti dell’impianto gialloblù. Insomma aria tesa tra le opposte fazioni, con le due squadre che scenderanno in campo col chiaro intento di non fare sconti. La Juve Stabia per tornare alla vittoria al Menti e blindare i playoff, la Turris per provare ad uscire dalla crisi e non ritrovarsi impelagata nella lotta salvezza.

Il derby è già iniziato e mister Padalino è pronto alla battaglia: «Ci aspetta una gara importante sotto tanti aspetti - spiega alla vigilia l’allenatore stabiese - Vincere ci consentirebbe di continuare la nostra direzione, dando anzi uno slancio alla nostra marcia verso gli obiettivi che ci siamo prefissi ad inizio anno. Mi piacerebbe tanto scrivere una pagina importante della storia di questa società, magari con un importante risultato finale».

Oltre agli infortunati, fermo anche Berardocco per squalifica: «Almeno non si è fermato per un infortunio – mastica amaro Padalino - ma non possiamo certo fasciarci la testa, e cercheremo di trovare le giuste soluzioni alle tante assenze. Ovviamente ci saranno insidie, ma quale gara, in questa parte del campionato soprattutto, non ne riserva? La Turris cercherà di invertire la tendenza, uscire da un momento difficile con una vittoria di prestigio. Ma di fronte ci sarà una Juve Stabia determinata».

Caneo non è riuscito a dare la giusta svolta, nonostante la vittoria con la Casertana: «Lo conosco bene, abbiamo seguito il corso insieme, ma anche Fabiano faceva giocare bene la Turris. Non dobbiamo pensare ai loro problemi di queste settimane, ma cercare di fare il massimo per regalare una vittoria importante, per noi, per i tifosi, che a questo derby tengono tantissimo». .

Ultimo aggiornamento: 13:47 © RIPRODUZIONE RISERVATA